QR code per la pagina originale

Mercato smartphone, crescono i produttori cinesi

Grazie alla crescente popolarità di Huawei, Oppo e Vivo, nel primo trimestre del 2017 sono stati consegnati quasi 350 milioni di smartphone.

,

I dati pubblicati da IDC confermano che il mercato degli smartphone è ancora vivo e vegeto. In base alle stime della società di analisi sono stati consegnati 347,4 milioni di unità nel primo trimestre del 2017 con un incremento del 4,3% rispetto allo stesso periodo del 2016. Come era prevedibile, il merito è da attribuire principalmente a tre produttori cinesi, ovvero Huawei, Oppo e Vivo, gli unici con percentuali positive a doppia cifra.

IDC ritiene che il 2016 sia stato un anno cruciale per il settore, ma le percentuali rilevate nei primi tre mesi dell’anno consentono di essere molto ottimisti per il futuro. I recenti annunci (Huawei P10/P10 Plus e Samsung Galaxy S8/S8+) dimostrano che l’innovazione è ancora possibile. Altre interessanti novità sono attese nel terzo e quarto trimestre con Galaxy Note 8 e iPhone 8. Le consegne sono aumentate soprattutto grazie ai produttori cinesi che offrono smartphone con caratteristiche premium a prezzi accessibili a tutti.

Galleria di immagini: Huawei P10 e P10 Plus: le foto

Per quanto riguarda la top 5 non ci sono novità “posizionali”, ma IDC ha rilevato un netto incremento del market share per Huawei, Oppo e Vivo. La classifica è sempre guidata da Samsung con 79,2 milioni di smartphone consegnati (lo stesso numero del 2016) e una quota di mercato pari al 22,8%. Leggero incremento per Apple (+0,8%) che passa da 51,2 a 51,6 milioni di unità. Huawei ha invece consegnato 34,2 milioni di smartphone, circa 6 milioni in più rispetto allo scorso anno. Ciò ha consentito di incrementare la quota di mercato dall’8,4% al 9,8%.

Dati molto positivi anche Oppo (25,6 milioni e +29,8%) e Vivo (18,1 milioni e +23,6%), nonostante offrano dispositivi prevalentemente in Cina. Nel prossimo trimestre verranno conteggiate le consegne dei Galaxy S8, quindi si potrà valutare se il produttore avrà cancellato per sempre il brutto “ricordo” del Galaxy Note 7.

Fonte: IDC • Notizie su: ,