QR code per la pagina originale

Windows 10, stop al supporto della prima versione

Nella giornata di oggi termina il supporto alla prima versione di Windows 10, quella rilasciata il 29 luglio del 2015.

,

Microsoft oggi distribuirà il Patch Tuesday del mese di maggio. Ma la data odierna non segna solamente la distribuzione di una serie di aggiornamenti per l’ecosistema dei software della casa di Redmond. Infatti, oggi termina il supporto ufficiale della versione originale di Windows 10. Trattasi della prima release che fu lanciata il 29 luglio del 2015 quando la nuova piattaforma debuttò ufficialmente.

Da allora molta acqua è passata sotto i ponti e Microsoft ha rilasciato molti importanti aggiornamenti: November Update, Anniversary Update e Creators Update proprio meno di un mese fa. La maggior parte degli utenti Windows 10 ha sempre progressivamente effettuato l’aggiornamento alla release successiva. Una procedura che oltre ad essere assolutamente gratuita, porta con se molti vantaggi in termini di funzionalità e sicurezza. Tuttavia, qualcuno, per vari motivi, potrebbe aver deciso di non effettuare alcun aggiornamento. Sino ad ora, Microsoft ha sempre rilasciato aggiornamenti di sicurezza per tutte le sue declinazioni di Windows ma dalla giornata di oggi scatta lo stop per la prima versione di Windows 10 che non sarà più aggiornata.

All’atto pratico, per tutti gli utenti che ancora oggi l’utilizzano, significa che il sistema operativo potrà continuare ad essere sfruttato tranquillamente, ma a partire domani sarà maggiormente esposto a rischi in quanto non riceverà più alcun aggiornamento.

Il problema, ovviamente, si risolve facilmente. Gli utenti non dovranno fare altro che effettuare l’upgrade alla successive principali release di Windows 10. Aggiornamento, che permetterà gli utenti di continuare a ricevere il supporto da parte di Microsoft e di poter continuare anche in futuro ad installare le nuove principali major release del sistema operativo. La prossima, Windows 10 Redstone 3, arriverà a settembre.

Fonte: Microsoft • Notizie su: , ,