QR code per la pagina originale

Build 2017, app x86 su Windows 10 ARM

A Build 2017, Microsoft conferma che su Windows 10 su piattaforma ARM potranno funzionare anche tutti i programmi x86.

,

Microsoft, in collaborazione con Qualcomm, aveva annunciato a dicembre le proprie intenzioni di portare le applicazioni complete di Windows 10 x86 sui dispositivi con processori ARM; una funzionalità che doveva fare il suo debutto nell’aggiornamento Redstone 3 che sappiamo chiamarsi adesso Windows 10 Fall Creators Update. In una sessione tecnica a Build 2017, Microsoft ha svelato alcune novità di questo interessante progetto.

Durante la sessione è stato mostrato un video in cui si vede chiaramente la possibilità di scaricare ed installare app x86 all’interno di un dispositivo Windows 10 con piattaforma ARM. Nello specifico, nel filmato si vede chiaramente che l’app 7zip è stata scaricata ed installata direttamente da internet senza alcun problema. La cosa interessante è che si potranno installare sia le applicazioni del Windows Store che quelle presenti in rete. Questo è possibile grazie ad un emulatore che permetterà l’esecuzione di applicazioni pensate per una piattaforma differente anche all’interno di un ambiente ARM.

Ancora più importante, gli sviluppatori non dovranno mettere mano in alcun modo ai loro programmi per poterli far funzionare all’interno di Windows 10 su piattaforma ARM. L’emulatore sviluppato da Microsoft penserà a tutto. Le app presenti nel Windows Store saranno, invece, già compatibili nativamente con la piattaforma e quindi non saranno eseguite con l’emulatore.

Questo progetto apre interessanti scenari per i futuri dispositivi Windows 10. La piattaforma ARM permette, infatti, di realizzare prodotti più agili e snelli con una durata maggiore della batteria senza, però, rinunciare alle prestazioni. La possibilità di poter godere della piena esperienza di Windows 10 consentirà alle aziende di realizzare, per esempio, notebook ARM ultra portatili da offrire ai propri clienti. Ma Windows 10 su ARM permette di guardare ancora più in la e di pensare ad un possibile ritorno in grande stile di Microsoft nel settore mobile con dispositivi in grado di diventare dei veri mini PC se collegati ad un monitor estero utilizzando Continuum.

Fonte: Neowin • Notizie su: , ,