QR code per la pagina originale

L’intelligenza artificiale per l’energia di domani

Gli algoritmi giocheranno un ruolo fondamentale, in futuro, nel campo dell'energia, al fianco degli impianti per la produzione e la distribuzione.

,

Il percorso che porterà a una nuova era nelle modalità di approvvigionamento energetico è già stato avviato, con l’obiettivo di abbandonare gradualmente lo sfruttamento delle risorse fossili e dei carburanti tradizionali per abbracciare appieno le potenzialità delle fonti rinnovabili. Una strada complessa, costellata di iniziative che non riguardano esclusivamente la produzione dell’energia, ma che passa anche attraverso una radicale evoluzione della mobilità in chiave sostenibile (si pensi alle auto elettriche o ibride) e, non meno importante, da un cambiamento culturale.

Anche l’intelligenza artificiale giocherà un ruolo importante. Sebbene l’influenza di algoritmi e modelli predittivi possa risultare meno diretta rispetto a quella esercitata dal miglioramento delle celle fotovoltaiche o dalle performance delle batterie per lo storage, il loro potenziale è immenso. Potranno ad esempio contribuire a organizzare al meglio il funzionamento degli impianti sulla base di fattori come il continuo variare delle condizioni meteo (esposizione di una superficie al sole, direzione e velocità del vento), uno dei talloni d’Achille degli attuali impianti FV ed eolici, così come gestire in modo ottimizzato l’energia all’interno di una rete che rifornisce le utenze domestiche di un quartiere.

L’IA non presenta vantaggi solo per chi si occupa di rinnovabili. La dimostrazione è l’impiego da parte del gruppo texano Pioneer Natural Resources per trovare i punti migliori dove scavare alla ricerca del gas intrappolato nel sottosuolo. British Petroleum ne farà invece uso per ottimizzare le operazioni di estrazione del greggio incrociando database relativi alle caratteristiche dei pozzi (pressione, flusso, efficienza delle attrezzature) con le informazioni legate all’ambiente (dati sismici, moto ondoso degli oceani ecc).

Qualunque sia lo scenario energetico che si spalancherà in futuro, intelligenza artificiale e machine learning giocheranno un ruolo di primo piano. Per usare una metafora, saranno la componente software al fianco dell’ecosistema hardware costituito da pannelli, pale e turbine, il cervello digitale che ne regolerà il funzionamento nel nome dell’efficienza e della sostenibilità.

Fonte: OilPrice • Notizie su: ,