QR code per la pagina originale

Google I/O 2017: l’Assistente Google su iPhone

Come anticipato da alcune indiscrezioni, l'intelligenza artificiale dell'Assistente Google fa il suo debutto ufficiale sui dispositivi della linea iPhone.

,

Come anticipato da un rumor comparso in Rete nella giornata di ieri, l’Assistente Google fa il suo debutto ufficiale sui dispositivi della linea iPhone. È una delle novità annunciate dal gruppo di Mountain View sul palco del keynote che ha aperto l’evento I/O 2017 di San Francisco, rivolto alla community di sviluppatori.

Assistente Google su iPhone

Il funzionamento è piuttosto simile a quanto già visto sui telefoni Android, ma con alcune limitazioni dovute a restrizioni stabilite da Apple per il suo sistema operativo mobile. Per utilizzare l’IA di Google su iOS è necessario scaricare e installare un’applicazione dalla piattaforma App Store, inizialmente disponibile in esclusiva per gli utenti che risiedono negli Stati Uniti. Si possono effettuare operazioni come riprodurre un brano musicale o una playlist in streaming su Spotify e inviare messaggi con iMessage, ma non impostare una sveglia né associare l’Assistente Google al pulsante Home al posto di Siri.

Un’altra notizia importante relativa alla tecnologia è l’arrivo della compatibilità con lingue diverse dall’inglese. Il gruppo di Mountain View ha annunciato che, nel corso dell’estate, sarà introdotto il supporto ufficiale a francese, tedesco, portoghese e giapponese, mentre per l’italiano sarà necessario attendere fine anno. Questo porterà probabilmente al lancio anche nel nostro paese dello smart speaker Google Home, altro grande protagonista del keynote che ha aperto l’I/O 2017.

L'Assistente Google fa il suo debutto ufficiale su iPhone

L’Assistente Google fa il suo debutto ufficiale su iPhone

L’Assistente Google, introdotto lo scorso anno sugli smartphone della linea Pixel, punta all’integrazione nelle più disparate categorie di dispositivi: oltre al già citato altoparlante Home sarà presente all’interno di set-top box, nei televisori e persino a bordo delle automobili per consentire ai conducenti di eseguire azioni tramite semplici e intuitivi comandi vocali, mantenendo gli occhi ben fissi sulla strada ed evitando qualsiasi distrazione.

Google I/O 2017: tutte le novità

Fonte: App Store • Notizie su: