QR code per la pagina originale

Gogoro e Bosh, eScooter sharing a Parigi

Gogoro e Bosh portano lo scooter sharing con moto elettriche all'interno della città di Parigi.

,

600 Gogoro Smartscooters stanno arrivando a Parigi questa estate come parte del servizio di eScooter sharing. Coup, una sussidiaria di Bosch, ha lanciato per la prima volta il servizio di scooter sharing a Berlino con 200 scooter elettrici di Gogoro nel 2016. Il servizio poi si è avvalso di altri 800 scooter elettrici nel corso del 2016 per arrivare ad un totale di 1000 mezzi a disposizione. Il nuovo servizio di scooter sharing si sconterà con l’omologo servizio di Cityscoot che offre a Parigi 150 scooter elettrici dalla scorsa estate.

Per guidare gli scooter di Gogoro è richiesta la patente B o la patente internazionale. L’applicazione Coup per iOS e Android consentirà alle persone di individuare e prenotare lo scooter più vicino che sarà parcheggiato in zone dedicate in diversi distretti del centro di Parigi. Il servizio costerà 3 euro ogni 30 minuti o 20 euro per l’intera giornata. L’assicurazione è compresa nel costo dell’utilizzo dello scooter elettrico. Il mezzo fornito da Gogoro è differente dagli altri scooter elettrici analoghi. Questo mezzo, infatti, dispone di una batteria sostituibile. Non si dovrà, dunque, ricaricare lo scooter ma solamente la batteria che andrà ricaricata nelle GoStation dove si potranno ritirare gli scooter.

Le persone, dunque, dovranno solamente cambiare la batteria, se necessario per poi ripartire. Un servizio di eScooter sharing è molto interessante. Le grandi città con il loro traffico molto intenso sono il terreno ideale per gli scooter che permettono di muoversi con agilità.

L’utilizzo di scooter elettrici permette di farlo con il massimo rispetto ambientale, senza inquinare e senza nemmeno fare rumore. Un servizio che visto il successo che sta ottenendo in molte grandi città, sicuramente troverà sbocchi in altre realtà.

Fonte: Gogoro • Via: The Verge • Immagine: Gogoro • Notizie su: