QR code per la pagina originale

Google e UNHCR insieme per Searching for Syria

Un sito Web per rispondere alle domande più frequenti a proposito della crisi siriana e dell'emergenza che interessa i rifugiati in fuga dal paese.

,

La conoscenza è l’arma più potente che abbiamo a disposizione per combattere l’ignoranza, i pregiudizi e tutto ciò che ne deriva. Informarsi su un fenomeno, qualunque sia la sua natura, è il primo fondamentale passo da compiere per comprenderne le dinamiche, anche quando si tratta di una crisi umanitaria come quella che negli ultimi anni ha colpito la Siria.

L’iniziativa presentata oggi da Google, realizzata in collaborazione con UNHCR (Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati), prende il nome di Searching for Syria e si concretizza con la messa online di un sito Web accessibile da qualsiasi dispositivo: smartphone, tablet, computer desktop o laptop. Un portale che spiega cosa sta accadendo nel paese mediorientale, quali sono le conseguenza della guerra civile iniziata ormai sei anni fa e che fino ad oggi ha spinto oltre cinque milioni di persone a lasciare le proprie abitazioni e cercare altrove una nuova speranza per il futuro.

Oggi lanciamo un sito chiamato “Searching for Syria”, un nuovo modo per consentire alle persone di conoscere la Siria e la crisi dei rifugiati siriani attraverso cinque delle più comuni ricerche digitate in tutto il mondo. Ogni domanda permette di esplorare dettagli che vanno ben oltre la risposta, combinando i dati UNHCR con Google Maps, immagini satellitari, video, fotografie e testimonianze dei rifugiati.

Il sito di Searching for Syria è strutturato in cinque aree, corrispondenti ad altrettante domande che gli utenti online rivolgono con maggiore frequenza a Google cercando informazioni: “Com’era la Siria prima della guerra?”, “Cosa sta accadendo in Siria?”, “Cos’è un rifugiato?”, “Dove sono diretti i rifugiati siriani?” e “Come posso aiutare i rifugiati siriani?”. Il portale affronta ogni quesito con alcune schermate che raccolgono brevi risposte e i link per consultare approfondimenti più dettagliati.

Il portale Searching for Syria è accessibile da qualsiasi dispositivo

Il portale Searching for Syria è accessibile da qualsiasi dispositivo

L’iniziativa è in linea con quella messa in campo nel 2015 da bigG e finalizzata proprio al supporto di rifugiati e migranti, con oltre 20 milioni di dollari distribuiti a diverse organizzazioni.

I destinatari delle donazioni raccolte da Google

I destinatari delle donazioni raccolte da Google

Fonte: Searching for Syria • Via: Google • Notizie su: