QR code per la pagina originale

WiFi4Eu, internet gratis nei luoghi pubblici

L'Europa ha trovato un accordo informale per il progetto WiFi4Eu che fornirà accessi WiFi gratuiti all'interno dei luoghi pubblici.

,

L’Italia non ha, adesso, più scuse nel ritardare la creazione di punti d’accesso WiFi liberi lungo il territorio nazionale. L’Unione Europea, infatti, ha trovato formalmente un’intesa per lanciare il progetto WiFi4Eu che si pone l’obiettivo di offrire un accesso libero e gratuito ad internet ed a banda larga all’interno di luoghi pubblici come gli ospedali, le biblioteche ed altri punti nevralgici.

Il progetto prevede che sia creato un portale multilingue che fornirà agli utenti connettività sicura a banda larga. A livello locale, enti ed istituzioni potranno utilizzare questo portale per consentire l’accesso agli utenti anche ai loro servizi digitali. L’intesa approvata a livello europeo definisce i dettagli principali di questa iniziativa e secondo il Corriere delle Comunicazione l’Europa dovrebbe stanziare un budget di circa 120 milioni di euro per tradurre in pratica il progetto. Obiettivo quello di coinvolgere tra le 6 mila e le 8 mila comunità locali per 50 milioni di connessioni al giorno. Secondo la fonte, i costi dovrebbero essere coperti al 100% attraverso strumenti come i vouchers. L’Unione Europea andrebbe a finanziare il materiale e l’installazione delle infrastrutture di rete mentre a carico degli enti locali rimarrebbero invece la manutenzione e i costi dell’abbonamento del servizio di rete.

Le comunità locali, per poter attingere ai finanziamenti, dovrebbero garantire un periodo di offerta di almeno 3 anni dei servizi internet e di non andare a fare concorrenza ad eventuali offerte similari pubbliche o private.

I primi bandi dovrebbero partire entro la fine del 2017 e sempre secondo la fonte, il primo offrirebbe un budget di 20 milioni di euro ed ad ogni comune andrebbero circa 20 mila euro. Secondo quanto dichiarato, la distribuzione dei fondi dovrebbe seguire una logica di equa distribuzione geografica, garantendo così pari opportunità a tutti i paesi che ne faranno richiesta.

Se WiFi4Eu prenderà piede, i cittadini europei potranno presto poter disporre di nuovi punti d’accesso liberi ad alta velocità: un miglior servizio in aree pubbliche, una maggior opportunità di accesso ai servizi ed una ipotetica riduzione del digital divide laddove minori sono le possibilità di collegamento.

Le autorità locali saranno incoraggiate a sviluppare e promuovere i propri servizi digitali in settori quali l’amministrazione online, la telemedicina e il turismo elettronico. […] L’iniziativa WiFi4EU sarà accessibile mediante procedure semplici e non burocratiche, quali domande online, pagamenti effettuati con buoni e requisiti di controllo leggeri.