QR code per la pagina originale

App Store: 70 miliardi di dollari ai developer

A pochi giorni dalla WWDC, Apple annuncia un importante traguardo per gli sviluppatori: sono 70 i miliardi di dollari consegnati dal 2008 ai developer.

,

A pochi giorni dall’inaugurazione ufficiale della WWDC 2017, l’evento tradizionale di Apple dedicato al software e agli sviluppatori, la società di Cupertino annuncia un importante traguardo. App Store, infatti, ha generato guadagni per i developer pari a 70 miliardi di dollari, dall’apertura del negozio virtuale nel 2008. Un importante risultato, che dimostra ancora una volta quanto prolifico sia l’ecosistema targato mela morsicata.

È un settore in continua crescita, quello dello sviluppo di applicazioni per dispositivi Apple, tanto che negli ultimi 12 mesi i download sono aumentati di oltre il 70%. E, dal 2008 a oggi, la società di Cupertino ha consegnato ai developer 70 miliardi di dollari, tramite il modello di distribuzione in revenue sharing. Si tratti di titoli particolarmente noti al pubblico, come Pokémon Go e Super Mario Run, oppure di nuovi lanci quali CancerAid, Ace Tennis, Havenly e molti altri, la piattaforma targata mela morsicata si conferma un universo su cui investire. Così ha spiegato Phil Schiller, Senior Vice President Worldwide Marketing di Apple:

Ovunque nel mondo le persone apprezzano le app e i nostri clienti le scaricano in quantità record. Settanta miliardi di dollari guadagnati dagli sviluppatori è semplicemente una cifra incredibile. Siamo ammirati dalla quantità di nuove app eccezionali che i nostri sviluppatori continuano a creare e non vedo l’ora di accoglierli nuovamente la settimana prossima, alla nostra conferenza mondiale degli sviluppatori.

Il grande incremento a cui si è assistito nell’ultimo anno è principalmente dovuto al rilascio di iOS 10 e alle sue nuove possibilità creative. Dalle carte regalo di Starbucks acquistabili con Apple Pay, ai bozzetti di moda di Prêt à Template, gli sviluppatori hanno trovato nuove vie per conquistare l’utenza. L’introduzione dei business in abbonamento, disponibili su tutte le 25 categorie di app, ha invece determinato un aumento del 58% su base annua: da Netflix a Hulu, passando per Tastemade e molte altre applicazioni.

Un successo che trova una distribuzione omogenea in tutto il mondo, con titoli provenienti da oltre 155 paesi, capaci di coprire ogni necessità, dalla salute all’intrattenimento. Fra le categorie più redditizie vi sono “Giochi” e “Intrattenimento”, mentre fra quelle dalla più rapida crescita si segnalano “Stili e tendenze” nonché “Salute e benessere”. Grande l’exploit di “Foto e video”, infine, con tasso di crescita di quasi il 90% in soli 12 mesi.

Immagine: Pixabay • Notizie su: , ,