QR code per la pagina originale

Windows 10 Mobile, addio a Silverlight

Il futuro di Windows 10 Mobile sembra essere distante da Silverlight; Microsoft dovrebbe rimuovere il supporto a questa piattaforma.

,

Il supporto alle app Silverlight potrebbe presto sparire all’interno di Windows 10 Mobile. Come hanno riportato alcune recenti indiscrezioni, Microsoft starebbe lavorando alla rinascita di Windows 10 Mobile e nello specifico starebbe testando un nuovo dispositivo internamente. Ma come è già successo nel passaggio da Windows Phone 7 a Windows Phone 8, la casa di Redmond potrebbe perdere alcuni pezzi per strada. Sebbene i dettagli più specifici di questo progetto non sono ancora noti, sembra che Microsoft abbandonerà il supporto alle applicazioni Silverlight.

Quello che in passato era solo un rumors troverebbe, adesso, una conferma. Le build interne di sviluppo di Windows 10 Mobile, infatti, andrebbero a confermare questa indiscrezione più volte rilanciata in rete. Gustave, un noto sviluppatore, ha condiviso su Twitter la notizia che provando ad eseguire un’app in Silverlight all’interno di alcune ultime build interne di sviluppo, quelle che arrivano da un ramo differente da feature2 da cui arrivano le build Insider, l’app semplicemente non funziona non arrivando ad aprirsi. Un messaggio a schermo indica, inoltre, che l’app non è più supportata.

Probabilmente, Microsoft vuole razionalizzare lo sviluppo delle applicaizoni mobile per tentare di rilanciare più rapidamente la sua piattaforma mobile. Tuttavia, questa rinuncia potrebbe comportare anche molti problemi. Sebbene Silverlight sia una piattaforma “vecchia”, è ancora largamente utilizzata da molti sviluppatori. Rimuoverne il supporto significa potenzialmente ridurre il già esiguo numero di applicazioni per smartphone di Windows 10 Mobile.

Tra le più famose realizzate attraverso questa piattaforma WhatsApp. Questo taglio a Silverlight non arriverà immediatamente. Con buona probabilità riguarderà il futuro della piattaforma. Tuttavia, gli sviluppatori dovranno entrare nell’ottica di dover riprogettare le loro app e giochi per poter continuare a distribuirle all’interno del Windows Store.