QR code per la pagina originale

Facebook Aquila, buona la seconda

Facebook completa con successo il secondo volo del suo drone Aquila con cui offrire connettività a tutti; il primo volo era terminato con un incidente.

,

Aquila, il drone di Facebook, ha completato il suo secondo volo nel maggio scorso durante il quale ha volato per un’ora e 46 minuti. Il social network ha dettagliato il volo in un post sul blog e ha spiegato le modifiche apportate a questo prototipo dopo il fallimento del test iniziale. Il primo test fallì durante la fase di atterraggio a causa di un cedimento strutturale a causa del troppo vento. Proprio le turbolenze eccessive di quella giornata avevano alterato il percorso del drone ed il pilota automatico nel tentativo di correggere la rotta aumentò troppo la velocità di discesa che fu fatale per l’integrità strutturale.

Questa volta, Facebook ha aggiunto centinaia di sensori per raccogliere dati aggiuntivi sul volo. Inoltre, ha modificato il software di volo, ha installato un meccanismo di arresto dell’elica per migliorare l’atterraggio ed ha aggiunto degli spoiler alle ali per migliorare l’aerodinamica durante le fasi di atterraggio. Facebook ha anche dettagliato le procedure di atterraggio e su come il vento influenza il volo. Aquila controlla il vento per tutta la giornata e carica un piano di atterraggio basato sulla direzione del vento, in modo che il drone scelga una traiettoria di atterraggio ottimale. Il social network afferma di aver imparato molto dall’incidente e di aver applicato tutte queste modifiche basandosi sui dati raccolti.

Il CEO Mark Zuckerberg aveva ideato il drone Aquila nel 2014 come un modo possibile per portare internet alle persone. Il suo obiettivo è di avere Aquila completamente funzionante in pochi anni.

Aquila, si ricorda, presenta una forma a V che ricorda molto il profilo alare di un Boeing 737. Trattasi di un velivolo anche molto leggero. Infatti, anche a pieno carico Aquila pesa tra le 880 e le 1000 libre, cioè non più di 453 Kg. Questo speciale drone di Facebook sarà in grado di volare per 90 giorni ad una quota compresa tra i 60.000 e i 90.000 piedi cioè tra 18288 metri ed i 27432 metri. Questo significa che Aquila volerà ben al di sopra delle rotte commerciali degli aerei normali ed anche al di sopra delle nuvole, evitando così problemi legati al meteo. La connettività sarà offerta utilizzando uno speciale laser che collegherà Aquila con un apparecchio che permetterà agli utenti di accedere ad internet.

Fonte: Facebook • Via: The Verge • Immagine: Facebook • Notizie su: , ,