QR code per la pagina originale

Facebook sta sviluppando un clone di Houseparty

Facebook starebbe sviluppando un'applicazione chiamata Bonfire con l'intendo di arginare la crescita di Houseparty, app molto amata dagli adolescenti.

,

Facebook sta sviluppando un’applicazione standalone ispirata a Houseparty, l’app di video chat di gruppo che è nata dalle ceneri di Meerkat. La notizia è stata riportata da The Verge. L’app, che avrebbe il nome di Bonfire, sarebbe stata recentemente mostrata ai dipendenti del social network. Sull’indiscrezione riportata dalla fonte, Facebook non ha voluto commentare.

La mossa di Facebook è arrivata due anni dopo Life On Air, che ha aiutato ad inaugurare la nuova era delle trasmissione in diretta con la sua app Meerkat. Il fondatore dell’azienda, Ben Rubin, ha osservato che la maggior parte delle persone non ha mai trasmesso più di un paio di volte, sia su Meerkat che su Facebook Live o Periscope. Così Rubin e il suo team hanno costruito Houseparty, che notifica agli amici che un loro contatto ha avviato l’app, invitandoli ad avviare una video chat di gruppo attraverso i loro smartphone. App che è piaciuta molto agli adolescenti che effettuano almeno 20 minuti di video chat al giorno. Houseparty è stata scaricata da oltre 1.2 milioni di utenti.

Per Facebook la crescita di un social network è sempre un campanello d’allarme. Proprio per questo con Snapchat ha iniziato una durissima lotta dopo aver provato ad acquistarlo senza successo. Ecco perché Facebook ha deciso di sviluppare Bonfire per fronteggiare la rapida crescita di Houseparty.

Non ci sarebbero dettagli particolari sul funzionamento di Bonfire ma la fonte a cui The Verge ha attinto la notizia afferma che trattasi sostanzialmente di un clone di Houseparty. Per il team di Rubin, dunque, si potrebbe aprire una sfida molto difficile.

Bonfire non sarebbe, però, l’unica applicazione standalone che il social network starebbe sviluppando. I dipendenti della società avrebbero visionato, infatti, anche Talk, un’app progettata per incoraggiare i giovani a comunicare con i nonni utilizzando la chat video.