QR code per la pagina originale

Microsoft annuncia 3000 licenziamenti

Microsoft ufficializza una nuova ondata di licenziamenti a seguito della ristrutturazione della divisione vendite; potrebbero essere più di 3 mila.

,

Microsoft ha rivelato l’intenzione di tagliare alcune migliaia di posti di lavoro a seguito dell’operazione della ristrutturazione della sua divisione vendite come parte del suo sforzo di concentrare maggiormente la sua attenzione nel settore del cloud. La notizia non arriva inaspettata. Già nei giorni scorsi erano emerse alcune indiscrezioni dei possibili licenziamenti proprio a seguito del processo di ristrutturazione della divisione vendite. Ma adesso, arriva l’ufficialità.

I licenziamenti dovrebbero concentrarsi principalmente sulla forza di vendita di Microsoft e CNBC riferisce che circa il 10 per cento del personale totale di questa divisione sarà licenziato. Dovrebbero essere circa 3 mila le persone che saranno tagliate. Tuttavia, Microsoft non ha voluto confermare alcun numero esatto. Microsoft in una dichiarazione a CNBC ha sottolineato che il suo obiettivo è quello di lavorare per meglio servire i clienti ed i partner. la casa di Redmond avrebbe già iniziato ad informare i suoi dipendenti coinvolti nel taglio del personale o della possibilità che il loro posto sia messo in discussione. La casa di Redmond ha deciso di spostare maggiormente il baricentro delle attività sul cloud per meglio competere contro colossi del calibro di Amazon e Google.

Il cloud ed i server hanno recentemente sostenuto i ricavi di Microsoft con un incremento del 15% e il fatturato Azure è cresciuto del 93% nel recente trimestre. L’ultima riorganizzazione di Microsoft è avvenuta un anno fa, dopo che Kevin Turner ha lasciato l’azienda.

Le tempistiche scelte da Microsoft sono ben precise. Questa ristrutturazione avviene alla fine dell’anno fiscale dell’azienda, periodo scelto sempre per annunciare importanti riorganizzazioni interne.

Fonte: The Verge • Notizie su: ,