QR code per la pagina originale

Google Allo: il client desktop è in arrivo

Il gruppo di Mountain View conferma l'imminente arrivo del client Web di Allo: sarà messo a disposizione degli utenti entro le prossime settimane.

,

Lanciata nell’estate scorsa, Allo è un’applicazione sviluppata da bigG e dedicata alle chat, che integra il sistema di intelligenza artificiale dell’Assistente Google per fornire informazioni agli utenti in modo rapido e intuitivo. Entro breve il gruppo di Mountain View ne rilascerà il client desktop, come promesso già all’inizio dell’anno.

Il debutto avverrà entro le prossime settimane. La conferma arriva direttamente da Google, più di preciso da Amit Fulay (Head of Product per Google Allo e Duo), intervenuto su Twitter per rispondere alla domanda di un utente. L’interfaccia online di Allo sarà quella visibile nello screenshot allegato di seguito, accessibile all’indirizzo allo.google.com/desktop (al momento offline). Nella colonna di sinistra si trova l’elenco delle chat, mentre gran parte dell’interfaccia è dedicata alle singole conversazioni, con un campo di testo posizionato nella parte inferiore attraverso il quale digitare e inviare i messaggi.

L'interfaccia del client desktop di Google Allo, per interagire con le chat direttamente dal computer

L’interfaccia del client desktop di Google Allo, per interagire con le chat direttamente dal computer (immagine: Android Police).

Una soluzione di questo tipo, molto simile a WhatsApp Web, tornerà particolarmente utile a coloro che si affidano ad Allo per le loro chat e che trascorrono gran parte della giornata al computer: potranno rispondere ai messaggi ricevuti e inviarne di nuovi senza nemmeno toccare lo smartphone, interagendo direttamente con il mouse e la testiera sulla scrivania.

La partenza di Allo è stata lanciata: 10 milioni di download da Play Store nei primi tre mesi di disponibilità. Duo, altra app di Google dedicata invece alle videochiamate one-to-one, aveva tagliato il traguardo in poche settimane. Difficilmente il servizio arriverà in tempi brevi a insidiare la leadership di WhatsApp, ma grazie all’integrazione delle feature basate sull’intelligenza artificiale potrebbe dire la propria all’interno di un segmento di mercato decisamente saturo.

Fonte: Android Police • Via: Android Community • Notizie su: ,