QR code per la pagina originale

OneDrive, cronologia versioni per tutti i file

Gli utenti che usano OneDrive potranno sfruttare la cronologia delle versioni per ripristinare qualsiasi tipo di file modificato negli ultimi 30 giorni.

,

Microsoft ha annunciato un’importante novità per OneDrive. Il popolare servizio di cloud storage offrirà una delle funzionalità più attese dagli utenti, ovvero la cronologia delle versioni per tutti i tipi di file, non solo per i file Office come avvenuto finora. La feature più richiesta in assoluto sul sito UserVoice è OneDrive Files On-Demand che verrà inclusa in Windows 10 Fall Creators Update.

La cronologia delle versioni (version history in inglese) di OneDrive è utile soprattutto quando un file viene modificato da più persone, come accade durante il lavoro collaborativo, ma può essere di aiuto anche quando si effettuano cambiamenti errati. La funzionalità, in precedenza compatibile solo con i file Office, permette ora di ripristinare, visualizzare e scaricare qualsiasi tipo di file, tornando indietro nel tempo fino a 30 giorni. Tale possibilità è da tempo offerta da servizi concorrenti, tra cui Dropbox e Google Drive.

Per usare la cronologia delle versioni è necessario effettuare l’accesso a OneDrive.com, selezionare il file con il tasto destro del mouse e scegliere la voce corrispondente nel menu visualizzato. Si aprirà quindi una finestra sul lato destro dello schermo, in cui sono elencate tutte le versioni del file con nome, data e autore della modifica (l’immagine pubblicata da Microsoft mostra file vecchi di 5 mesi, ma si tratta di un errore). L’utente può quindi visualizzare il file o sostituire l’attuale versione con quella precedente.

Microsoft specifica che il rollout avverrà in maniera graduale. Per adesso la novità sarà visibile solo al 10% degli utenti, ma entro la fine dell’estate potrà essere sfruttata da tutti.