QR code per la pagina originale

Amazon, i droni decolleranno da hub mobile

Amazon ha depositato un nuovo brevetto per i suoi droni spedizionieri che in futuro potrebbero decollare da basi mobili.

,

Amazon, non è una novità, crede molto nel sistema di consegne rapide via drone. Tuttavia, prima che questo sogno si possa tramutare realtà, il colosso dell’ecommerce dovrà superare molte difficoltà, sia tecniche che legislative. Nel frattempo, la società si sta preparando anche depositando molti brevetti che riguardano proprio i droni e le consegne. L’ultimo, molto interessante, è stato scoperto da Business Insider.

Trattasi di una network di postazioni mobili basate su barche, autocarri, treni o altri veicoli che possono essere spostati in aree di forte domanda. Si tratterebbe, in buona sostanza, di hub mobili che fungerebbero da magazzino e da garage per la manutenzione dei droni. Questi veicoli, dunque, sarebbero caratterizzati da una parte magazzino dove sarebbero collocati i prodotti e da una sezione dedicata al volo ed alla manutenzione dei droni che spiccherebbero il volo da qui per consegnare rapidamente i prodotti ai clienti. Il brevetto punta, quindi, ad accorciare i tempi di consegna stoccando i prodotti ad alta richiesta per anticipare le esigenze dei clienti in una determinata area del paese.

Il cliente, dunque, ordinerebbe il prodotto che sarebbe, poi, preparato all’interno di queste piattaforme mobile per poi essere spedito in tempi record attraverso il volo di un drone.

Trattasi di un’idea originale ma pur sempre un brevetto. Questo significa che non è detto che Amazon davvero punti a voler realizzare qualcosa di simile in futuro. Tuttavia, ciò dimostra che il gigante dell’ecommerce sta formulando diverse ipotesi di come i suoi droni di trasporto potrebbero essere utilizzati. Una rete di trasporto futura che dovrà rendere più flessibili e rapide le consegne.

Fonte: Business Insider • Immagine: Amazon/USPTO • Notizie su: ,