QR code per la pagina originale

Apple TV 4K HDR: conferme da iOS 11

Il codice del sistema operativo iOS 11 mostra chiari ed espliciti riferimenti a una sempre più probabile versione 4K e HDR del set-top box Apple TV.

,

È sempre più probabile l’arrivo di una nuova Apple TV con supporto alle tecnologie 4K e HDR. Dopo le indiscrezioni trapelate la scorsa settimana e provenienti dalla piattaforma iTunes, ecco che anche il codice del sistema operativo iOS 11 sembra suggerire il prossimo debutto del dispositivo. Le release 11.0.2 destinata allo speaker HomePod, oltre ai riferimenti ad iPhone 8, ne contiene altri legati alla nuova evoluzione del set-top box.

A segnalarli è uno sviluppatore, Guilherme Rambo, attraverso il post condiviso su Twitter e visibile in allegato di seguito. Il testo che lo accompagna è piuttosto esplicativo: “4K HDR Apple TV? CONFERMATO!”. Il tweet include una porzione di codice in cui si può leggere a chiare lettere la stringa “kCoreThemeDynamicDisplayMode4kHDR”. Vi sono dunque riferimenti sia al 4K che all’HDR. La risoluzione supportata dalla prossima edizione dell’apparecchio sarebbe dunque 3840×2160 pixel, corrispondente al formato Ultra HD ormai in dotazione a molti televisori presenti sul mercato.

Il lancio di una Apple TV in formato 4K non sarebbe poi una grande sorpresa. Il set-top box  ha la necessità di rincorrere la concorrenza, come messo in evidenza da alcune recenti analisi di mercato. Amazon Fire TV, NVIDIA SHIELD TV e Google Chromecast Ultra offrono già tutti da tempo il supporto a queste tecnologie, mentre il device della mela morsicata è attualmente fermo al formato Full HD (1080p, 1920×1080 pixel).

Focalizzando l’attenzione sulla modalità High Dynamic Range, dovrebbe essere garantito sia il supporto allo standard HDR10 sia a quello Dolby Vision, così da offrire una visione perfetta dei contenuti sulla quasi totalità dei televisori compatibili in commercio. L’annuncio ufficiale della prossima Apple TV potrebbe avvenire nel corso dei prossimi mesi, nell’ipotesi più ottimista già nel corso di settembre in concomitanza con l’annuncio del nuovo iPhone. Al momento si tratta comunque di supposizioni, non confermate (né smentite) in via ufficiale e dunque da prendere con le pinze.