QR code per la pagina originale

Il rivenditore automatico per le auto, in Cina

Automotive Vending Machine è un enorme distributore automatico dal quale acquistare le automobili, come fossero snack: l'installazione è prevista in Cina.

,

Chi ha mai provato a comprare un’automobile sa bene che non si tratta di un acquisto immediato (nemmeno se fatto online). Bisogna inizialmente recarsi in un concessionario, scegliere il modello giusto e più adeguato al proprio budget, compilare una lunga serie di scartoffie richieste dalla burocrazia e spesso dribblare le insistenze del venditore deciso ad appioppare optional ed extra di ogni tipo, dai cerchi in lega alle finiture degli interni. La società TMALL controllata da Alibaba Group ha intenzione di cambiare le cose, riducendo radicalmente i tempi dell’intero processo, almeno in Cina.

Nel filmato visibile in streaming di seguito quello che potrebbe sembrare un concept frutto di fantasia, ma che in realtà costituisce un progetto commerciale vero e proprio. Si chiama Automotive Vending Machine ed è una struttura in qualche modo equiparabile a un enorme distributore automatico. Il cliente può controllare le vetture disponibili “a magazzino” attraverso un’applicazione mobile installata sul proprio smartphone, poi completare l’acquisto e infine osservare il veicolo che si sposta al piano terra fino ad essere consegnato. Insomma, un po’ come solitamente avviene con uno snack, con una bibita o con una bottiglietta d’acqua.

Va precisato che l’idea non è del tutto inedita: un’iniziativa simile è già stata messa in campo nel 2015 da Carvana, negli Stati Uniti (le immagini sono raccolte nella galleria di seguito). Le differenze però non mancano. Nel caso di TMALL potranno completare l’acquisto solo ed esclusivamente gli acquirenti con un ranking pari o superiore a 750 nel sistema Sesame Credit utilizzato da Alibaba per classificare i suoi utenti. All’atto della compravendita si versa il 10% del valore complessivo, mentre il resto della somma viene pagato successivamente tramite la piattaforma Alipay, fino all’estinzione del debito.

Fonte: Malls • Via: SlashGear • Immagine: Malls.com su YouTube • Notizie su: