QR code per la pagina originale

Windows Phone al capolinea

Windows Phone giunge verso la fine della sua storia; gli ultimi dati sul market share degli smartphne Windows evidenziano la loro quasi totale scomparsa.

,

Windows Phone o Windows 10 Mobile si apprestano a diventare un pallido ricordo in tutto il mondo. Anche in Europa, dove gli smartphone Windows avevano trovato terreno fertile, la loro presenza è, infatti, ridotta ai minimi termini. Secondo l’ultimo report di Kantar, che ha analizzato il market share dei principali sistemi operativi mobile nel trimestre di marzo, aprile e maggio, in Europa, il market share di Windows Phone si è ridotto appena all’1,8%. Un livello ridottissimo che mette in luce come la piattaforma mobile di Microsoft sia, oramai, giunta alla fine della sua breve storia.

In Italia, un tempo isola felice per i dispositivi Microsoft, il market share si è ridotto al 3,1%, risultando, comunque, sempre il migliore tra quelli dei mercati europei presi in esame. Anche in America Windows Phone è praticamente scomparso con un market share di appena l’1,1%. In Asia, invece, la piattaforma mobile di Microsoft, che comunque non ha mai brillato nemmeno nel suo periodo migliore, è sostanzialmente assente. Windows Phone che sparisce anche in Australia dove, un tempo, aveva trovato un mercato che ne aveva apprezzato le qualità. Tutti gli indicatori di kantar, dunque, evidenziano che la piattaforma mobile di Microsoft è praticamente giunta al capolinea.

La mossa spetta, adesso, a Microsoft per provare a risalire la china, anche se, probabilmente, sarà molto difficile. La casa di Redmond ha, già, fatto sapere di volersi rilanciare nel segmento mobile ma con un prodotto concettualmente differente.

Windows Phone al capolinea

Windows Phone al capolinea (immagine: kantar).

Infatti, secondo alcune recenti indiscrezioni, Windows 10 Mobile sarebbe giunto alla fine della sua vita per essere sostituito da una versione modulare di Windows 10, nome in codice Andromeda. Sistema operativo che sarà installato all’interno di un prodotto di nuova concezione di cui, però, si sa solo che potrebbe arrivare entro la fine del 2018.

Una timeline ancora molto lunga, forse troppo lunga per sperare che la casa di Redmond possa riuscire a risalire la china in questo segmento, oggi, estremamente competitivo.