QR code per la pagina originale

Microsoft annuncia Age of Empires 4: il trailer

Una delle serie RTS per eccellenza tornerà con un capitolo in esclusiva su Windows 10: Microsoft ha scelto la Gamescom per annunciare Age of Empires 4.

,

A vent’anni esatti dal debutto del primo capitolo datato 1997, una delle serie videoludiche che hanno segnato l’evoluzione del genere RTS (strategici in tempo reale) sta per tornare: Microsoft ha scelto il palcoscenico dell’evento Gamescom 2017 in corso a Colonia per annunciare lo sviluppo di Age of Empires 4, affidato alle sapienti mani della software house Relic Entertainment, già al lavoro su brand come Company of Heroes e Dawn of War.

Al momento mancano indicazioni in merito alla data di uscita e non sono state pubblicate sequenze di gameplay né screenshot, mentre il trailer visibile in streaming di seguito mostra combattenti riconducibili a diverse epoche: si va dall’Impero Romano ai Samurai, fino a poter scorgere conflitti più moderni con armi assimilabili a quelle britanniche del XVIII secolo. L’unica certezza, al momento, è che sarà un’esclusiva per il sistema operativo Windows 10, dunque destinata allo store di Microsoft. Resta da capire se la distribuzione avverrà anche sulla piattaforma Steam di Valve.

Per ingannare l’attesa i fan della serie possono comunque puntare lo sguardo verso la Age of Empires Definitive Edition che ripropone il primo capitolo in una versione aggiornata e rinfrescata graficamente, con supporto alla risoluzione 4K e una colonna sonora inedita. L’uscita è fissata per il 19 ottobre, ma fin da subito ci si può registrare per partecipare alla beta. Di seguito il trailer.

I fan di AoE della prima ora sperano in un ritorno alle origini, con un gameplay differente rispetto a quello visto con il capitolo online del 2011. Al suo debutto la serie ha fatto registrare un enorme successo (15 milioni di copie vendute già nel 2004), complice una formula di gioco relativamente semplice da apprendere, ma incredibilmente complessa da padroneggiare nella sua totalità. Anche il supporto alle sfide multiplayer online contribuì a formare una vasta community di appassionati, alcuni dei quali ancora oggi legati al titolo. Questa l’indimenticabile intro del primo capitolo.

Wololo

Fonte: VG247 • Notizie su: ,