QR code per la pagina originale

Niente Spotify Web Player per il browser Safari

Gli utenti del browser Safari non possono più ascoltare in streaming la musica di Spotify dal Web Player: la causa sembra essere l'utilizzo di un plugin.

,

Da qualche giorno non è più possibile ascoltare la propria musica preferita in streaming attraverso il Web Player di Spotify, se si naviga con Safari. Il browser di Apple ha perso il supporto da parte del lettore online, come segnalato da più parti dalla community di utenti e come confermato anche dal nostro screenshot visibile in allegato di seguito.

Non sono ben chiare le cause che hanno portato allo stop della compatibilità. Da parte di Spotify l’unica spiegazione fornita fa riferimento a una non meglio precisata variazione introdotta di recente con il rilascio di un aggiornamento. Non è chiaro nemmeno se il mancato supporto sia temporaneo oppure destinato a diventare definitivo. Stando a quanto ipotizzato dalla redazione del sito francese Mac Generation, la ragione potrebbe essere l’utilizzo del plugin Widevine Content Decryption Module impiegato dalla piattaforma di streaming e non supportato da Safari per questioni relative alla sicurezza. Ecco il messaggio che compare in cima alla schermata, provando ad accedere alla pagina play.spotify.com dal browser di casa Apple.

Questo browser non supporta il lettore Web Spotify. Cambia browser o scarica Spotify per il tuo computer desktop.

Il Web Player di Spotify non è più accessibile dal browser Safari: un messaggio consiglia di cambiare browser o scaricare il client desktop della piattaforma di streaming

Il Web Player di Spotify non è più accessibile dal browser Safari: un messaggio consiglia di cambiare browser o scaricare il client desktop della piattaforma di streaming

Anche la pagina del supporto ufficiale di Spotify è stata modificata e ora indica che la compatibilità del Web Player è offerta solo ed esclusivamente per i browser Chrome, Firefox, Edge e Opera. Niente più Safari, dunque. Questo non dovrebbe costituire un grande problema per chi ha modo di installare il client del servizio, ma coloro che ad esempio accedono allo streaming da browser (magari dal computer del lavoro) e non hanno modo di scaricare software aggiuntivo potrebbero trovarsi improvvisamente tagliati fuori dalle loro playlist.

Fonte: Spotify Community • Via: Engadget • Notizie su: , ,