QR code per la pagina originale

YouTube in HDR su Galaxy S8 e Xperia XZ Premium

L'applicazione mobile ufficiale di YouTube per Android ora consente di attivare la modalità HDR, ma solo su alcuni modelli di smartphone in particolare.

,

Alcuni utenti Android stanno segnalando ormai da qualche giorno l’arrivo di una gradita novità per quanto riguarda l’applicazione mobile di YouTube. Si tratta della possibilità di attivare la modalità HDR per i video in streaming, una feature al momento disponibile solo su due modelli: Samsung Galaxy S8 (compresa la variante S8+) e Sony Xperia XZ Premium, che in futuro potrebbe essere estesa ad altri smartphone.

Dalla piattaforma non è arrivato alcun annuncio ufficiale in merito a questa caratteristica inedita. Chi l’ha segnalata parla della disponibilità dell’High Dynamic Range fin dalla risoluzione più bassa, 144p. La tecnologia è al momento compatibile con pochi telefoni in commercio: oltre a quelli già citati si segnalano i Pixel di Google, il nuovo LG V30 e il phablet Galaxy Note8 in arrivo tra pochi giorni. Per sfruttarla guardando i video su YouTube non sembra essere necessaria alcuna azione particolare né un update: una volta aperto il filmato è sufficiente selezionarla dal menu a tendina relativo al formato, come visibile nello screenshot allegato di seguito.

L'applicazione mobile ufficiale di YouTube per Android ora consente di attivare la modalità HDR, ma solo su alcuni dispositivi in particolare

L’applicazione mobile ufficiale di YouTube per Android ora consente di attivare la modalità HDR, ma solo su alcuni dispositivi in particolare (immagine: SlashGear).

Un altro dispositivo mobile che al momento può beneficiare del livello di fedeltà delle immagini consentito dall’HDR è LG G6, ma solo per quanto riguarda il catalogo di Netflix. Questa modalità mostra i fotogrammi arricchiti da una gamma dinamica estesa, sfruttando al meglio le caratteristiche dei pannelli di ultima generazione, per un’esperienza di intrattenimento multimediale più coinvolgente e immersiva. Molti televisori già ne fanno uso, alzando l’asticella per quanto riguarda la qualità dei contenuti visti in salotto, compresi i film e gli episodi delle serie TV proposti dalle piattaforme di streaming.