QR code per la pagina originale

Windows 10 build 16288 agli Insider, le novità

Microsoft ha rilasciato la build 16288 di Windows 10 Fall Creators Update agli Insider; focus su bug fix ed ottimizzazioni del sistema operativo.

,

Continua il lavoro di affinamento di Microsoft su Windows 10 Fall Creators Update che sarà rilasciato a partire dal prossimo 17 ottobre. Il gigante del software, infatti, ha rilasciato, nelle scorse ore, la build 16288 del sistema operativo a tutti gli iscritti al programma Insider che hanno scelto l’opzione Fast Ring. Microsoft sottolinea come trattasi di una build focalizzata sulla stabilità. Tutte le principali novità sono state, tutte, già inserite, e la società sta, adesso, lavorando per eliminare i bug e per ottimizzare le prestazioni in vista del rilascio finale.

La casa di Redmond evidenzia che gli utenti noteranno che il watermark che identifica le versione preview è scomparso e che questa build è segnalata come versione 1709 che è la numerazione ufficiale di Fall Creators Update. Anche se sono stati fatti questi cambiamenti, Microsoft sottolinea che questa build non è quella finale che sarà distribuita pubblicamente. Il change log di questa nuova build è davvero molto vasto, ma, come detto, è tutto incentrato su correttivi per migliorare la stabilità e le prestazioni del sistema operativo.

Nello specifico, il gigante del software è intervenuto nelle seguenti aree del sistema operativo: Windows Shell, Microsoft Edge, l’area di Input, gaming e Device. Non mancano, poi, tanti piccoli correttivi minori.

Non dovrebbe mancare molto, comunque, all’arrivo della versione finale di Windows 10 Fall Creators Update. Sebbene, trattasi, oramai di una build matura, è pur sempre una versione sviluppo e quindi il suggerimento è sempre quello di testarla all’interno di macchine adibite ai test.

Windows 10 Mobile build 15250

Accanto alla nuova build per Windows 10, Microsoft ha rilasciato anche la build 15250 per Windows 10 Mobile. Build che introduce alcune piccole novità per quanto riguarda AppLocker e l’utilizzo delle VPN. Non mancano, comunque, molti bug fix ed ottimizzazioni varie.