QR code per la pagina originale

Microsoft, la sua centrale gestirebbe 18 mila case

Microsoft costruirà una centrale elettrica nell'area di Dublino per alimentare i suoi data center; l'energia prodotta potrebbe alimentare 18 mila case.

,

Microsoft ha deciso di costruire una centrale elettrica in grado di alimentare un’intera piccola città per fornire energia ai suoi data center. Microsoft Azure è in fortissima espansione ed è disponibile in 36 paesi in tutto il mondo e presto arriverà anche in altri 6 paesi. Poiché la richiesta di servizi cloud sta salendo in modo esponenziale, Microsoft è costantemente impegnata ad ampliare la capacità dei propri data center per soddisfare le esigenze dei propri clienti. Microsoft possiede già 4 data center a Dublino ed ha ottenuto il permesso del consiglio locale del South Dublin County per costruire altri quattro data center.

Oltre a Microsoft, altre società leader nel settore cloud come Google hanno i loro data center nell’area di Dublino. Questa crescita di data center concentrati in una così circoscritta area ha fatto si che la domanda di energia elettrica sia salita enormemente ed il governo locale sta lottando per tenere il passo con la domanda. Per avere un sistema di approvvigionamento elettrico dedicato per i suoi data center, Microsoft sta costruendo una propria centrale elettrica a Dublino. Microsoft installerà 16 generatori a gas in un sito nel Clondalkin che potrà generare fino a 18 megawatt di energia elettrica. Questa capacità produttiva sarebbe sufficiente per alimentare circa 18.000 case, sostanzialmente una piccola città.

Questa centrale funzionerà coma una sorta di linea di backup nel caso il fornitore di energia nazionale, EirGrid, non sia in grado di garantire un corretto e continuo approvvigionamento di energia elettrica ai data center di Microsoft.

Quello che colpisce di questo progetto, non è l’idea della casa di Redmond di voler produrre energia in autonomia per evitare problemi, ma quanto l’enorme quantitativo di energia che la centrale elettrica potrebbe produrre per alimentare i data center. Questo deve fare riflettere su quanto rapidamente si stiano espandendo i servizi cloud e su quante risorse siano necessarie per poter alimentare le infrastrutture che mantengono questa tipologia di servizi.

Fonte: MSPOWERUSER • Immagine: Augustine JUMAT via Shutterstock • Notizie su: