QR code per la pagina originale

iOS 11: nuovo formato foto problematico su Windows

iOS 11 sposa il formato HEIF per le fotografie, risparmiando fino al 50% di spazio su disco: vi sono, tuttavia, problemi di supporto su Windows 10.

,

iOS 11 arriverà fra poche ore nelle mani dei consumatori finali: a partire dalle 19 di questa sera, infatti, il sistema operativo verrà reso disponibile per il download. Fra le tante novità, anche l’adozione di un nuovo formato immagine, pensato per garantire la medesima qualità visiva risparmiando tuttavia spazio su disco. Chiamato HEIF, ovvero High Efficiency Image File, il formato è stato creato dagli sviluppatori di MPEG ed è già disponibile da tempo per diverse applicazioni online. A quanto pare, però, la scelta di abbandonare il classico JPG potrebbe generare qualche grattacapo fra gli utenti Windows, i quali potrebbero sperimentare difficoltà nel visualizzare correttamente questi file.

Il formato HEIF, così come già accennato, permette di risparmiare fino al 50% dello spazio su disco mantenendo intatta la qualità dell’immagine: un vantaggio non da poco, soprattutto per chi non avesse a disposizione grandi quantitativi di spazio sul proprio device. iOS 11 verrà attiva la funzione di default, con la possibilità di tornare al classico JPG in qualsiasi momento, tuttavia la redazione di The Verge segnala alcune incompatibilità con Windows 10.

A quanto sembra, Microsoft starebbe procedendo lentamente con il supporto al nuovo formato, destinato a diventare uno standard diffuso in futuro. Windows 10 non lo supporta nativamente, di conseguenza sarà necessario ricorrere a un’apposita app di visualizzazione, oppure a una soluzione di conversione, per poter ammirare sul sistema operativo di Microsoft le foto scattate con gli iDevice. Ancora, gli utenti OneDrive potrebbero non riuscire a visualizzare le loro fotografie nel servizio di sincronizzazione automatica con l’applicazione Foto.

Come già accennato, dalle impostazioni di iOS 11 sarà possibile impostare JPG come opzione di default rispetto a HEIF, tuttavia perdendo i vantaggi in termini di storage. Nel mentre, si attende che il supporto su Windows 10 venga accelerato: basti pensare come la maggior parte dei servizi oggi più famosi, da Google a DropBox, supporti nativamente questi file.

Fonte: The Verge • Immagine: Apple • Notizie su: , , , , , ,