QR code per la pagina originale

Tim Cook precisa: iPhone X non è caro

In occasione di un'intervista per Good Morning America, Tim Cook ha specificato come iPhone X non sia uno smartphone caro: è il prezzo della tecnologia.

,

La presentazione del nuovo iPhone X, il primo smartphone di Apple con pannello OLED e schermo edge-to-edge, ha certamente attirato le curiosità degli appassionati del gruppo di Cupertino. Non solo per le numerose funzioni, tra cui l’inedito Face ID, ma anche e soprattutto per il prezzo: negli Stati Uniti il dispositivo sarà venduto a partire da 999 dollari, mentre per l’Italia si superano già i 1.000 euro. Secondo Tim Cook, CEO di Apple, i listini del neonato smartphone non sarebbero affatto cari: si pagherebbe il giusto per la tecnologia impiegata.

L’occasione per questa dichiarazione è un’intervista avvenuta ieri, nel corso del programma Good Morning America di ABC. Tim Cook, ospitato per il lancio di iOS 11 e per illustrare le funzionalità delle nuove applicazioni dedicate alla realtà aumentata, ha parlato dei nuovi iPhone 8 e iPhone X. La giornalista Robin Roberts ha tuttavia voluto chiedere al CEO se il prezzo per il modello da 5.8 pollici non fosse troppo elevato, considerato come sia “fuori dalla portata dell’americano medio”. E la risposta non si è fatta attendere, lo smartphone sarebbe tutt’altro che caro:

È un prezzo giusto, in realtà, per la tecnologia che si ottiene. […] iPhone è diventato sempre più essenziale nella nostra vita quotidiana, le persone vi vogliono fare sempre più cose, quindi abbiamo progettato sempre maggiori tecnologie per assecondarle. […] Apple non è mai stata improntata sul massimo delle vendite. I nostri obiettivi non riguardano i grandi guadagni. Il nostro obiettivo è realizzare prodotti che arricchiscano la vita delle persone. Vogliamo aiutare le persone.

Il leader di Apple risponde così, almeno indirettamente, alle diverse critiche apparse sulla stampa specializzata a partire dallo scorso martedì, con molti analisti pronti a sottolineare come il prezzo di iPhone X potrebbe escludere un bacino ampio di potenziali utenti. Non è però tutto, poiché Cook ha anche parlato della realtà aumentata in iOS 11, definendola un mezzo entusiasmante per migliorare la quotidianità e per l’apprendimento, nonché dell’impegno di Apple sul fronte della protezione della privacy degli utenti con Face ID:

Vogliamo proteggere i vostri dati perché sappiamo siano vostri, non nostri. Una volta che la vostra faccia è memorizzata nel telefono, rimane nel telefono. Apple non vi accede. È protetta e codificata sul vostro dispositivo.

Galleria di immagini: iPhone X: le foto

Fonte: ZDNet • Immagine: Laura Hutton via Shutterstock • Notizie su: , , ,