QR code per la pagina originale

Xbox One X, i giochi a 1080p funzioneranno meglio

Microsoft spiega come la nuova Xbox One X migliorerà la qualità dei giochi sui monitor 1080p che non supportano il 4K.

,

Uno dei punti di forza della nuova console Xbox One x è il supporto nativo al 4K ed all’HDR per i giochi, possibile grazie al suo potentissimo hardware. Tuttavia, moltissimi futuri acquirenti della nuova console di Microsoft sicuramente non dispongono di un monitor o di una TV 4K. Microsoft è intervenuta nuovamente sull’argomento 4K spiegando nei dettagli come i giochi esistenti funzioneranno meglio su una Xbox One X senza una TV 4K. La casa di Redmond ha lanciato, infatti, da tempo il programma “Xbox One X Enhanced“.

Trattasi di una sorta di certificazione che permette di riconoscere i giochi ottimizzati per la nuova console. Questo non significa necessariamente, però, che siano stati aggiunti i supporti al 4K e all’HDR perché “Enhanced” significa che il gioco funzionerà meglio su Xbox One X su tutte le TV con risoluzioni a 1080p o a 4K. Microsoft, infatti, sta permettendo agli sviluppatori di utilizzare il supersampling per garantire che i giochi funzionino nel migliore dei modi su una TV a 1080p. Il Supersampling, essenzialmente, scala l’immagine da una risoluzione 4K a 1080p in modo da ottenere alcuni vantaggi tra cui un frame rate più alto, a tutto vantaggio della qualità dell’esperienza di gioco.

Le immagini scalate a 1080p su Xbox One X, dunque, dovrebbero garantire una qualità migliore di quelle offerte da una console Xbox One o Xbox One S.

Inoltre, anche se alcuni giochi vecchi non saranno certificati “Xbox One X Enhanced”, dovrebbero, comunque, garantire un funzionamento migliore rispetto a quello riscontrabile sulle attuali console.

Tutto questo significa semplicemente che gli sviluppatori potranno decidere di come i loro giochi potranno approfittare dell’enorme potenza della nuova console Xbox One X. Attualmente, Microsoft può già contare su 130 titoli ottimizzati per la nuova console.

Tuttavia, è ancora troppo presto per sapere esattamente come ogni gioco sarà aggiornato o come nuovi titoli useranno l’hardware dell’Xbox One X. Comunque, l’esempio proposto dal gioco Tomb Raider è un buon indicatore di quanto spiegato dalla casa di Redmond. È possibile, infatti, scegliere tra una modalità 1080p arricchita con texture più avanzate e ambienti migliori o una modalità nativa a 4K. Altri giochi miglioreranno semplicemente la versione 1080p e non offriranno mai una variante a 4K e altri si concentreranno solo sul supporto al 4K.

Xbox One X, si ricorda, è prenotabile al prezzo di 499,99 euro con disponibilità a partire dal prossimo 7 novembre.