QR code per la pagina originale

Amazon con BMW per portare Alexa sulle auto

Partnership siglata tra il colosso dell'e-commerce e l'automaker tedesco: i primi veicoli con Alexa nel 2018 in Germania, nel Regno Unito e negli USA.

,

Un’ennesima testimonianza di come il divario tra il settore automotive e quello delle tecnologie mobile si stia progressivamente assottigliando arriva dall’annuncio di una partnership che vede coinvolte da una parte Amazon e dall’altra BMW. La stretta di mano tra il gruppo di Jeff Bezos e l’automaker tedesco porterà entro la metà del prossimo anno l’intelligenza artificiale dell’assistente Alexa a bordo dei veicoli commercializzati dal gruppo. Un ennesimo step dell’iniziativa messa in campo nel 2016 con l’app Connected, dunque.

L’IA sarà alla base di servizi e funzionalità come quelle legate alla riproduzione della musica o degli audiolibri, all’ottenimento di indicazioni stradali utili a raggiungere la destinazione nel minor tempo possibile, al controllo dei dispositivi e delle apparecchiature installati nelle smart home, alla lettura delle ultime notizie o delle previsioni meteo e molto altro ancora. Il tutto sollevando l’utente dalla necessità di scaricare applicazioni aggiuntive sul proprio smartphone o nella dashboard del veicolo. I primi territori interessati dall’iniziativa saranno Germania, Stati Uniti e Regno Unito, che accoglieranno modelli BMW e MINI con a bordo Alexa. Così Ned Curic (vicepresident di Alexa Automotive) commenta la collaborazione.

Siamo felici di poter lavorare con BMW per portare l’esperienza di Alexa ai conducenti. La voce sarà una componente sempre più importante in futuro, soprattutto sulle auto. Usarla per accedere ai contenuti e per interagire con la vettura migliorerà ulteriormente l’esperienza. Non vediamo l’ora di poter offrire ai clienti BMW l’opportunità di farlo.

I lavori hanno già preso il via, coinvolgendo sviluppatori e realtà di terze parti come Starbucks, NPR e TED Talks. Ovviamente l’interazione potrà avvenire tramite comandi vocali, garantendo così il massimo livello di sicurezza possibile, poiché i conducenti non dovranno mai staccare le mani dal volante né gli occhi dalla carreggiata. Questo il commento di Dieter May, Senior Vice President Digital Services and Business Models di BMW Group.

Compiendo questo passo e integrando Alexa nei veicoli a partire dai modelli del 2018, BMW e MINI diverranno parte del lifestyle digitale dei nostri clienti. I controlli vocali sono stati introdotti da BMW molti anni fa e ora ci apprestiamo a migliorare questa feature aggiungendo un ecosistema digitale che spalanca le porte a molte nuove possibilità alle quali sarà possibile accedere in modo rapido, semplice e sicuro.

Fonte: Amazon • Immagine: Pres Panayotov via Shutterstock • Notizie su: