QR code per la pagina originale

Sicurezza massima con la videochiamata quantistica

Scienziati cinesi e austriaci hanno effettuato con successo una videoconferenza, utilizzando la crittografia quantistica per proteggere la conversazione.

,

Chunli Bai (Presidente della Chinese Academy of Sciences), Anton Zeilinger (Presidente della Austrian Academy of Sciences) e Heinz W. Engl (Rettore dell’University di Vienna) hanno partecipato a fine settembre alla prima conferenze call che non può essere intercettata in nessun modo. Per la videochiamata tra Pechino e Vienna è stato infatti utilizzato un collegamento satellitare protetto dalla crittografia quantistica.

La chiamata intercontinentale è il risultato del progetto QUESS (Quantum Experiments at Space Scale), al quale Zeilinger lavora dal 2013. Per generare la chiave crittografica usata durante la videocenferenza è stato utilizzato satellite Micius, lanciato dalla Cina nel 2016, che orbita introno alla Terra ad un’altitudine di circa 500 Km. Il satellite per telecomunicazioni invia particelle di luce (fotoni) alle stazioni di terra in Cina e Austria insieme alla direzione casuale delle oscillazioni (polarizzazione). Viene quindi creata una chiave separata per ogni stazione e una loro combinazione che, in pratica, sono le chiavi private e pubblica necessarie per la codifica e decodifica dell’informazione.

Secondo gli scienziati cinesi e austriaci, questo la comunicazione quantistica è almeno un milione di volte più sicura delle comunicazioni che sfruttano i tradizionali metodi di cifratura. Nessuna tecnologia attuale permette infatti di intercettare la videochiamata, a causa delle leggi della fisica quantistica.

Se qualcuno tenta di intercettare i fotoni scambiati tra il satellite e le stazioni di terra e misurare la loro polarizzazione, lo stato quantistico dei fotoni verrà modificato da questo tentativo di misura. Ciò significa che la minima deviazione dei dati tra trasmettitore e ricevitore permetterà di scoprire immediatamente il tentativo di intercettazione. In futuro potrebbe essere scoperta una tecnica per spiare questo tipo di conversazione, ma al momento rappresenta il metodo più sicuro per la trasmissione di dati digitali. Altre videochiamate di test verranno effettuate tra Cina, Singapore, Italia, Germania e Russia.

Fonte: Engadget • Notizie su: