QR code per la pagina originale

Boeing, il volo autonomo è sempre più vicino

Boeing accelera lo sviluppo di soluzioni a volo autonomo acquistando Aurora Flight Sciences, società specializzata in velivoli a guida automatica.

,

Boeing ha annunciato l’acquisizione di Aurora Flight Sciences, società aeronautica che è una delle aziende che hanno collaborato con Uber nel tentativo di sviluppare una rete di taxi volanti. Con sede a Manassas, Virgina, Aurora è specializzata nella realizzazione di velivoli automatici in grado di volare da soli. L’obiettivo di Boing è quello di accelerare sullo sviluppo di soluzioni di volo autonomo. La società, infatti, ha evidenziato che l’acquisizione sarà fondamentale per l’ulteriore sviluppo della tecnologia autonoma dell’industria aerospaziale.

Boeing punta a mettere insieme le sue competenze e quelle di Aurora per realizzare velivoli automatici per i suoi prodotti commerciali e militari. L’anno scorso, Aurora si è aggiudicata un contratto di 89 milioni di dollari da parte del Dipartimento della Difesa per sviluppare il suo aereo a decollo verticale, LightningStrike, dotato di guida automatica. Un velivolo anche green visto che dispone di motori elettrici in grado di generare 3 megawatt (4.000 cavalli) di potenza elettrica che alimentano le eliche sulle ali.

Aurora è stata il punto di partenza del piano ambizioso di Uber nel voler sviluppare una rete di velivoli elettrici automatici in grado di accompagnare l’utente dove desiderasse. L’aereo, presentato in un video di Uber sulla sua idea di volo on demand, è un concept sviluppato proprio da Aurora. Sullo stesso progetto, Uber coopera anche con Pipistrel Aircraft, Embraer, Mooney e Bell Helicopter.

Due città, Dallas e Dubai, sono interessate al progetto ed Uber ha già annunciato che entro il 2020 farà la sua prima dimostrazione.

Né Boeing e né Aurora hanno fatto alcun riferimento al progetto Uber nelle loro dichiarazioni a seguito dell’acquisizione. Un portavoce di Aurora ha affermato a Business Insider che l’azienda continuerà a lavorare con i suoi partner e fornitori esistenti a seguito dell’acquisizione. Per Uber, dunque, una possibile buona notizia.

Boeing, comunque, potrà sfruttare al meglio la sua acquisizione. Il portafoglio di Aurora, del resto, è zeppo di successi. Negli oltre 20 anni di attività, la società ha progettato e fatto volare con successo 30 velivoli a guida autonoma.

Fonte: The Verge • Immagine: vaalaa via Shutterstock • Notizie su: