QR code per la pagina originale

Cortana gestirà la casa

Microsoft ha iniziato a rilasciare una nuova funzionalità per Cortana che permetterà di gestire con la voce dall'assistente i dispositivi smart della casa.

,

Cortana potrebbe presto gestire tutti gli apparecchi smart della casa. L’assistente digitale di Microsoft, infatti, potrebbe presto disporre di questa nuova ed interessante funzionalità. Alcuni utenti Windows 10, infatti, hanno iniziato a visualizzare una nuova funzionalità chiamata “Connected Home” all’interno di Cortana. Una nuova opzione che permetterà gli utenti di sfruttare Cortana per controllare i dispositivi domestici collegati con l’assistente personale della casa di Redmond.

Cortana, precedentemente, permetteva agli utenti di controllare i propri dispositivi per le smart home tramite applicazioni e comandi vocali di terze parti, ma la funzionalità “Connected Home” è un sistema integrato che consente all’assistente personale di “controllare” nativamente i dispositivi smart della casa senza bisogno di ulteriori applicazioni. Questa nuova funzionalità funziona con la maggior parte delle piattaforme per le smart home. Cortana supporterà Nest, Phillips Hue, SmartThings, Insteon e Wink. In futuro, sembra che sarà aumentata la compatibilità con altri produttori di soluzioni per le smart home.

Una volta creata la connessione tra Cortana e questi prodotti, gli utenti saranno in grado di controllarli con la voce utilizzando l’assistente sul loro PC Windows 10 o sul loro smartphone con Cortana installato. Per esempio, si potrà dire: “Hey Cortana, imposta il riscaldamento a 20 gradi” e l’assistente, dialogando con il termostato smart della casa, imposterà la temperatura.

“Connected Home” sarà integrato anche negli smart speaker che disporranno di Cortana come Invoke di Harman Kardon che debutterà il prossimo 22 ottobre.

Al momento, sembra che questa integrazione sia un po’ limitata nelle sue possibilità di utilizzo, anche se sicuramente miglioramenti arriveranno in futuro. Connected Home è disponibile per pochi utenti Windows 10 e sembra che Microsoft stia rilasciando la nuova funzionalità progressivamente.

Tuttavia, c’è anche da capire se questa nuova opzione d’uso sarà disponibile solamente per gli utenti americani o se sarà resa accessibile a tutti.

Fonte: Neowin • Immagine: ymgerman via Shutterstock • Notizie su: , ,