QR code per la pagina originale

macOS High Sierra: risolto il bug APFS

Apple ha risolto, tramite un aggiornamento software, il bud delle password APFS per i nuovi volumi di macOS High Sierra: ecco tutti i dettagli.

,

Risoluzione in tempi record del bug APFS rilevato in macOS High Sierra, reso noto nella giornata di ieri da diversi developer sui social network. Il gruppo di Cupertino ha infatti rilasciato un aggiornamento software pensato per eliminare ogni rischio di sicurezza, disponibile sin da subito per chi avesse già installato il sistema operativo e già incorporato nella versione completa di macOS 10.13 disponibile su Mac App Store.

Nella giornata di ieri diversi sviluppatori hanno dimostrato, con dei video di conferma, come la creazione di nuovi volumi su macOS High Sierra potesse esporre le password a occhi indiscreti. Il malfunzionamento, rilevato unicamente sui dischi convertiti al nuovo file system APFS, sostanzialmente causava un’inversione della password con il relativo suggerimento, rendendo quindi visibile la chiave d’accesso.

Così come già testimoniato, la creazione di un nuovo volume codificato su APFS richiede l’inserimento di una password d’accesso e di un suggerimento, per aiutare l’utente in caso non ricordasse la chiave. Dopo aver smontato e montato nuovamente il volume da poco creato, però, richiedendo la visualizzazione del suggerimento pare venisse in realtà mostrata la password. Fortunatamente, il gruppo di Cupertino ha deciso di provvedere rapidamente per eliminare questa svista.

L’upgrade di sicurezza è offerto come un aggiornamento supplementare di macOS High Sierra 10.13 e, oltre a risolvere il recente bug, pare elimini anche il malfunzionamento che avrebbe potuto consentire a malintenzionati di sottrarre indebitamente le password presenti nel Portachiavi, apparso in rete qualche giorno fa. Chi ha già provveduto a installare macOS High Sierra sul proprio computer, non dovrà far altro che seguire le canoniche procedure della sezione “Aggiornamento Software” di Mac App Store, probabilmente seguendo la notifica che apparirà a schermo. Chi ancora deve procedere con l’upgrade, invece, troverà questi upgrade di sicurezza già incorporati all’interno del pacchetto globale d’installazione disponibile sul negozio virtuale targato mela morsicata.

Fonte: Apple • Via: MacRumors • Immagine: Apple • Notizie su: , ,