QR code per la pagina originale

Netflix, arrivano i rincari degli abbonamenti?

Il colosso Netflix sarebbe intenzionato ad aumentare il costo degli abbonamenti negli Stati Uniti: al momento, nessuna indicazione in merito per l'Italia.

,

UPDATE: in una nota, Netflix ha confermato come l’aumento di tariffe coinvolgerà anche l’Italia. Ecco tutti i dettagli.

La notizia sta circolando velocemente sui social network e, sebbene al momento non giungano precise indicazioni per l’Italia, sembra che Netflix sia pronta a un rincaro dei propri abbonamenti. Almeno in USA, dove gli utenti potrebbero dover corrispondere qualche dollaro in più per le opzioni più gettonate, ovvero le modalità di visione in HD e in 4K.

Come già noto, Netflix propone agli utenti diverse tipologie d’abbonamento, a seconda della qualità di riproduzione e del numero di dispositivi su cui è possibile fruirne contemporaneamente. Per gli Stati Uniti, l’offerta presenta un piano base in SD da 7.99 dollari, uno in HD da 9.99 e uno 4K da 11.99: gli ultimi due comprendono, inoltre, rispettivamente la possibilità di fruizione automatica su due o quattro device. Secondo quanto reso noto da TechCrunch, il colosso dello streaming starebbe pensando a dei rincari, con delle nuove tariffe che potrebbero entrare in vigore dalla fine di ottobre.

Dalle indiscrezioni apparse sulla stampa a stelle e strisce, il piano intermedio, nonché quello più popolare, potrebbe passare da 9.99 a 10.99 dollari. Quello più generoso, invece, da 11.99 a 13.99 dollari. Gli utenti coinvolti pare riceveranno una mail d’avviso a partire dal 19 ottobre: la modifica dovrebbe scattare entro 30 giorni dalla ricezione della stessa, a seconda del proprio ciclo di pagamento. Sempre da TechCrunch si apprende come l’aumento si sarebbe reso necessario per rendere più attuali le tariffe all’accresciuto catalogo del colosso, oggi dominato da moltissime produzioni originali. Un investimento, quello di Netflix, riconfermato anche per il prossimo anno, con sempre più produzioni anche europee.

Così come già accennato, al momento non giungono indicazioni precise sulla possibile estensione dell’iniziativa anche in Italia: fino a nuovi aggiornamenti, di conseguenza, i prezzi dovrebbero rimanere quelli attuali. Nel frattempo, viene oggi resa disponibile sulla piattaforma di fruizione “Suburra”, la prima serie Netflix prodotta e girata interamente in Italia.

Fonte: TechCrunch • Immagine: William Potter via Shutterstock • Notizie su: ,