QR code per la pagina originale

AGCOM, la fibra ottica spinge la banda larga

Cresce la banda larga in Italia, merito soprattutto delle connessioni FTTC-FTTH; TIM rimane saldamente leader del mercato.

,

Cresce molto rapidamente la banda larga in Italia spinta dalla fibra ottica che finalmente si sta imponendo all’interno del Paese. Sebbene, infatti, diminuiscano in maniera importante gli accessi a banda larga su tecnologia xDSL (-790mila accessi), questo calo è ampiamente compensato dalla crescita degli accessi qualitativamente superiori che superano i 4,4 milioni grazie soprattutto alle linee FTTC-FTTH. Gli investimenti privati per la banda ultralarga in Italia, quindi, iniziano concretamente a dare i loro frutti.

Numeri che arrivano dal nuovo Osservatorio sulle Comunicazioni di AGCOM. Secondo questo nuovo report, in totale, le linee a banda larga in Italia crescono sino a raggiungere le 16,2 milioni di unità. Entrando nei dettagli dell’analisi di AGCOM, le linee con velocità uguale o superiore ai 10 Mbps sono il 60% del totale, mentre quelle definite come a banda ultralarga (ultrabroadband), cioè con velocità uguali o superiori ai 30 Mbps, sono il 20%. A giugno del 2016, la linee sopra i 30 Mbps erano appena l’11% del totale. La crescita, dunque, è decisamente importante. TIM è sempre il primo operatore in Italia con il 45,5% del mercato. A seguire, ma molto distanziati, Fastweb con il 15%, Wind Tre con il 14,9%, e Vodafone con il 13,9%.

Per quanto riguarda, invece, il settore della telefonia mobile, aumenta il numero complessivo di SIM su base annua di 1,4 milioni, soprattutto grazie alla crescita delle SIM M2M. Leader del mercato mobile, con il 32,1%, Wind Tre, seguito da TIM (30,3%) e Vodafone (30,2%).

Relativamente al segmento degli operatori virtuali, PosteMobile rimane leader del mercato con quasi il 50%, mentre Fastweb Mobile si colloca al secondo posto.

Continua senza sosta il boom della connettività mobile. AGCOM rivela che nel secondo trimestre dell’anno le SIM che hanno generato traffico dati sono state quasi 52 milioni con un consumo medio di 2,37 GB al mese. Continua il calo, invece, degli SMS. Trattasi di un dato che non stupisce visto che gli utenti preferiscono utilizzare le app di messaggistica istantanea.

AGCOM evidenzia la netta crescita di Facebook e Google con un incremento di oltre 2 milioni di utenti. Secondo il report, Facebook è il social network più utilizzato dagli italiani, con 25 milioni di utenti unici nel mese di giugno 2017.

Fonte: AGCOM • Immagine: Sinart Creative via Shutterstock • Notizie su: