QR code per la pagina originale

Uber, auto volanti nel 2020 in accordo con la NASA

Nel 2020 Uber proverà a Los Angeles un servizio di taxi con velivoli elettrici, insieme alla NASA, con l'obiettivo di estenderlo presto ad altre città.

,

Uber non si accontenta di dare un passaggio ai suoi clienti sulle strade di (quasi) tutto il globo, ora vuole farlo anche via aerea. La società testerà a Los Angeles un servizio taxi di auto volanti con i primi voli dimostrativi che avranno luogo nel 2020, come annunciato ufficialmente da Uber stessa durante il Web Summit di Lisbona. Il servizio è denominato UberAIR e fa parte del progetto di aviazione proprietario chiamato Elevate, per il quale conterà sul supporto di alcune aziende e della NASA. L’obiettivo è di lanciare il servizio al pubblico di tutto il mondo nei prossimi anni, molto prima che si svolgano i Giochi Olimpici di Los Angeles 2028.

Nel 1982, quando Ridley Scott portò sullo schermo Blade Runner, le macchine volanti che sfrecciavano nei cieli di una Los Angeles futuristica erano semplici effetti speciali studiati ad arte per un film di fantascienza. Oggi, a distanza di 35 anni, le auto volanti sono ancora nell’immaginario comune ma pare proprio che diverranno realtà tra soli 3 anni, almeno in fase sperimentale. Los Angeles sarà la prima città a ospitare la rete Uber di vetture volanti e sarà seguita da Dallas e Dubai, secondo quanto appena reso noto da Jeff Holden, Chief Product Officer di Uber.

Il servizio UberAIR prevede la realizzazione di una rete di piccoli velivoli elettrici, a decollo e atterraggio verticale, in grado di ospitare fino a 4 persone insieme con l’obiettivo di far condividere loro spostamenti tra le aree urbane, esattamente come nel tradizionale servizio Uber ma stavolta via cielo. La società tecnologica stima di poter proporre un servizio competitivo nei prezzi, infatti una corsa sull’auto volante elettrica nei cieli di Los Angeles dovrebbe costare circa quanto un viaggio nella stessa tratta percorsa via terra tramite il servizio economico UberX. Inoltre, secondo i calcoli della società, UberAIR impiegherà solo 30 minuti di volo per un tragitto via terra che, nel caso dell’esempio di Los Angeles, richiede invece un’ora e mezza.

uber-tratta

La differenza sul tempo di viaggio percorso via terra con Uber, a Los Angeles, e quello stimato per la stessa tratta con il servizio via cielo UberAIR. (immagine: Uber).

Il video lanciato dall’azienda in occasione dell’evento di Lisbona mostra come funzionerà l’innovativo servizio: ai passeggeri basterà aprire l’app di Uber, prenotare la corsa via cielo e salire sul tetto del grattacielo più vicino, indicato da Uber e allestito per l’atterraggio e per il decollo dei peculiari velivoli elettrici (skyport). A proposito di tali skyport, Uber ha siglato un accordo con la società Sandstone Properties che si occuperà di sviluppare una infrastruttura di eliporti che serviranno all’azienda per far atterrare e decollare i veicoli UberAIR.

La collaborazione con la NASA è un grande affare per Uber. Come da accordi, l’agenzia spaziale contribuirà a sviluppare una serie di progetti di gestione e controllo del traffico aereo senza pilota che terranno traccia dei cieli delle città e impediranno che si verifichino incidenti aerei potenzialmente catastrofici. La partnership non comporterà alcun trasferimento di denaro ma permetterà alle due parti di scambiarsi tecnologie e competenze.

La tecnologia consentirà ai cittadini di Los Angeles di volare letteralmente sopra il terribile traffico della città, dando loro la possibilità di utilizzare il tempo risparmiato in modi più produttivi. Ci aspettiamo che UberAIR eseguirà decine di migliaia di voli ogni giorno, sopra tutta la città.

Tempo fa, quando Uber aveva presentato il piano Elevate, gli ostacoli tecnologici e normativi apparivano insormontabili. Mentre questi ostacoli rimangono ancora oggi seppur ci siano molte compagnie al lavoro per superarli, e nonostante permangano molte domande su come funzioneranno i taxi volanti di Uber e su come le città si adegueranno a tale, rivoluzionaria, novità, è davvero difficile resistere alla prospettiva di utilizzare le auto volanti per spostarsi in città. Appuntamento al 2020.

Speciale: Uber

Fonte: The Verge • Via: The Guardian • Immagine: Uber • Notizie su: ,