QR code per la pagina originale

Facebook Local suggerisce i locali alla moda

Facebook prova a rilanciare l'app Events come Local per aiutare le persone a trovare gli eventi ed i locali più interessanti in cui passare una serata.

,

Lo scorso anno, Facebook lanciò un’app per gestire gli eventi chiamata “Events“. Disponibile al download gratuito per iOS, ma solo per gli utenti americani, l’app arrivò solo in un secondo momento su Android e non ottenne mai il successo desiderato. Si trattava, nello specifico, di un’app che permetteva agli utenti di gestire i loro eventi, trovando quelli principali all’interno della loro città. Il social network prova, adesso, a rianimare l’app “Events”, rilanciandola come “Local” e rivendendola in salsa Foursquare.

Lo scopo dell’applicazione non è cambiato molto e gli utilizzatori potranno facilmente trovare cosa fare, in quali locali recarsi e dove mangiare, il tutto con i consigli degli amici di cui ci si fida. Infatti, la maggior parte delle informazioni sono prese dalle attività dei propri amici, quindi identificabili anche all’interno dell’app principale del social network, ma in questo caso tutte centralizzate per essere individuate immediatamente. Inoltre, attraverso una mappa, gli utenti potranno trovare all’interno di Facebook Local tutti gli eventi più vicini alla propria posizione. Infine, l’app suggerisce anche gli eventi in base alle attività del passato, alle Pagine che piacciono ed a quello che è popolare tra gli amici.

Facebook Local suggerisce i locali alla moda

Facebook Local suggerisce i locali alla moda (immagine: Itunes).

Visto che tutte queste informazioni sono già disponibili all’interno dell’app principale di Facebook, non è chiaro il perché meritino un’applicazione indipendente anche se teoricamente agevola la loro fruizione.

Il progetto potrebbe risultare più interessante, in ottica futura, se Facebook volesse entrare nel business delle prenotazioni degli eventi, iniziando a vendere direttamente i biglietti.

Facebook Local è disponibile al download gratuito per iOS ed Android ma, sempre, limitatamente agli utenti americani. Non è chiaro se quest’applicazione possa, in futuro, arrivare anche altrove.