QR code per la pagina originale

iOS 11, YouTube risolve il problema della batteria

L'app di YouTube per iOS si aggiorna per risolvere la problematica dell'eccessivo consumo della batteria degli iPhone e iPad, tanto lamentata di recente.

,

Google ha appena rilasciato l’aggiornamento alla versione 12.45 di YouTube per iOS che risolve i problemi con la batteria che gli utenti di iPhone e iPad avevano lamentato di recente nella fruizione dei video attraverso l’app. L’update è ora disponibile per il download gratuito su App Store.

Di recente YouTube è infatti stata oggetto di pesanti critiche da parte di moltissimi utenti che hanno subito un crollo della durata della batteria dell’iPhone e dell’iPad dopo aver utilizzato il noto servizio; in particolare, i possessori di iPhone X avevano riferito che l’app causava un eccessivo surriscaldamento dello smartphone durante la visualizzazione dei filmati, con alcuni che avevano affermato che guardare un videoclip di 15 minuti poteva significare un calo della durata della batteria di oltre 10%.

Così, dopo aver notato i numerosi reclami da parte della community Apple, YouTube ha ammesso l’esistenza di un bug legato a un eccessivo battery drain dei prodotti con la mela morsicata che utilizzavano l’app su iOS 11 provvedendo a rilasciare un aggiornamento software che risolve finalmente la problematica. Non è noto se siano state apportate ulteriori modifiche all’app, poiché sul registro delle modifiche si legge semplicemente che è stato “risolto un problema con l’utilizzo della batteria”.

Chiunque stia utilizzando un dispositivo mobile Apple che esegue l’ultima versione del sistema operativo iOS dovrebbe dunque correre ai ripari aggiornando YouTube. Detto ciò, il gigante di Mountain View ha ancora una lunga strada da percorrere prima che tutte le sue app siano perfettamente ottimizzate per iOS: anche Gmail non offre infatti un pieno supporto ad iPhone X, mostrando una barra nera nella parte superiore e inferiore dello schermo invece di adattarsi alla nuova interfaccia utente che caratterizza l’ultimo melafonino. Si attende dunque che Google risolva anche tale problematica diramando un aggiornamento il prima possibile.

Fonte: MacRumors • Via: Ubergizmo • Immagine: ArthurStock / Shutterstock.com • Notizie su: ,