QR code per la pagina originale

Facebook, una foto per verificare il profilo

Facebook ha iniziato a richiedere ad alcuni utenti di caricare un'immagine del loro volto per certificare il loro account e verificare che non sia falso.

,

Facebook avrebbe iniziato a chiedere ad alcuni utenti di verificare la propria identità e di dimostrare di non essere un robot caricando un’immagine di se stessi. L’immagine deve mostrare chiaramente la propria faccia per superare il controllo di sicurezza del social network. Facebook evidenzia che cancellerà l’immagine dai suoi server immediatamente dopo, anche se è possibile che l’utente possa essere escluso dal suo account fino a quando non sarà verificato.

Un portavoce di Facebook che ha confermato quanto scoperto da Wired, ha sottolineato che questa iniziativa serve ad individuare eventuali attività sospette all’interno della piattaforma tra cui la creazione di un account, l’invio di richieste di amicizia, la modifica e la creazioni di annunci e tanto altro ancora. Sembra, in buona sostanza, un nuovo tentativo di prevenire che falsi account possano nascere e proliferare per condividere contenuti fuorvianti all’interno del social network. Lo scorso ottobre, Facebook aveva fatto sapere che oltre 126 milioni di persone aveva avuto una qualche forma di contatto con i contenuti condivisi dai gruppi russi che hanno cercato di alterare le elezioni presidenziali americane.

Il processo di verifica è automatizzato. Per determinare se l’account è autentico, Facebook controlla se la foto è unica.

Si tratterebbe di un modo, quindi, per tentare di certificare che un utente esiste davvero e che l’account non è gestito in maniera automatica per altri fini. Un sistema di verifica che ricorda da vicino il nuovo metodo in fase di test che permette di frenare la diffusione del fenomeno del revenge porn. In questo caso, gli utenti devono inviare a Facebook una loro foto “intima” che sarà utilizzata come modello digitale per bloccare tutti gli eventuali scatti analoghi condivisi senza autorizzazione all’interno della piattaforma.

Questo nuovo sistema di verifica di Facebook è sicuramente interessante perché potrebbe davvero aiutare ad identificare i falsi account, tuttavia è preoccupante il fatto che per aiutare il social network a bloccare queste attività illegali, gli utenti siano costretti a condividere sempre più dati personali.

Fonte: Wired • Via: The Next Web • Immagine: sitthiphong via Shutterstock • Notizie su: , ,