QR code per la pagina originale

Samsung brevetta una tecnologia di smart clothing

Un recente brevetto di Samsung descrive un indumento smart con sensori e processori integrati che possono essere utilizzati per diverse funzionalità.

,

Quando si parla di “wearable” vengono subito in mente smartwatch e smartband. In realtà fanno parte di questa categoria anche gli indossabili per definizione, ovvero i capi di abbigliamento. Samsung ha recentemente depositato un brevetto che descrive un sistema in grado di assorbire energia dai vestiti e alimentare i sensori integrati per offrire funzionalità simili a quelle del Levi’s Commuter Trucker Jacket, realizzato in collaborazione con Google.

Il produttore coreano avevano presentato il nuovo marchio HumanFit all’IFA 2015 di Berlino, insieme ai primi accessori smart, tra cui una borsa da donna con pannello solare integrato per la ricarica dello smartphone. Al successivo CES 2016 di Las Vegas erano stati mostrati una cintura che misura il girovita e sensori in tessuto che monitorano i battiti cardiaci. Il nuovo brevetto descrive invece una t-shirt a maniche lunghe che integra vari “energy harvester”. L’energia viene generata dai movimenti dell’utente e dell’indumento stesso.

Questa energia viene quindi utilizzata da processori e sensori integrati nella t-shirt che potrebbero registrare l’attività fisica dell’utente. Nel brevetto viene fatto riferimento ad una batteria di piccola capacità, in cui immagazzinare l’energia generata. La stessa tecnologia può essere anche applicata a pantaloni, giacche, cappelli, guanti e scarpe.

Samsung smart clothing

Oltre all’uso come activity tracker, uno smart clothing potrebbe essere utilizzato per ricaricare uno smartphone in modalità wireless, ad esempio quando il dispositivo è in tasca, oppure per alimentare una action camera. È probabile che alcune applicazioni pratiche possano essere svelate da Samsung al CES 2018 di Las Vegas.

Fonte: Slashgear • Notizie su: ,