QR code per la pagina originale

Trump firma le legge che vieta i software Kaspersky

Nel National Defense Authorization Act firmato da Donald Trump è presente la norma che vieta l'uso degli antivirus di Kaspersky sui computer federali.

,

Trump ha firmato la legge che vieta l’utilizzo degli antivirus di Kaspersky Lab negli uffici governativi. Il divieto è contenuto nel National Defense Authorization Act che stabilisce il budget e le spese per il Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti. Ciò rappresenta la conseguenza concreta della direttiva emanata nel mese di luglio, con la quale è stata imposta la rimozione dei software dell’azienda russa da tutti i computer delle agenzie federali.

Da diversi mesi è in atto uno scontro “politico-tecnologico” tra gli Stati Uniti e la software house guidata da Eugene Kaspersky. Secondo il Dipartimento della Sicurezza Interna (DHS), gli antivirus Kaspersky possono essere utilizzati come strumenti di cyberspionaggio per raccogliere informazioni sensibili. Nei prodotti per la sicurezza informatica sviluppati dall’azienda sarebbe nascosta una backdoor che verrebbe sfruttata dalle intelligence russe per cercare dati riservati sui computer dei dipendenti delle agenzie statunitensi.

Kaspersky ha più volte dichiarato di non aver nessun legame con le autorità russe o di altri governi. Nonostante l’iniziativa che prevede l’analisi del codice sorgente da parte di aziende indipendenti di terze parti, gli Stati Uniti hanno deciso di mettere al bando gli antivirus di Kaspersky. L’amministrazione Trump aveva anche rimosso Kaspersky dall’elenco dei fornitori ufficiali.

A favore di Kaspersky non gioca nemmeno la recente vicenda che coinvolge un ex contractor della NSA. Durante la scansione del computer, l’antivirus ha rilevato un archivio compresso contenente un malware. Tra i file, inviati ai server della software house russa, c’erano anche documenti riservati dell’agenzia governativa. Il CEO Eugene Kaspersky ha subito ordinato la loro eliminazione, ma qualcuno a Washington crede che tale inconveniente sia stato intenzionale.

Fonte: VentureBeat • Notizie su: