QR code per la pagina originale

Facebook testa una sezione per le notizie locali

Facebook ha iniziato a testare una nuova sezione dell'applicazione che mostra tutte le notizie e novità della città in cui si vive.

,

Facebook vuole rendere più facile per i suoi iscritti trovare informazioni sugli eventi locali. Il social network, proprio per questo, ha iniziato a testare una nuova sezione all’interno della sua applicazione chiamata “Today In” che mostra solamente notizie, eventi ed annunci locali. Questo test è al momento molto ristretto ed è in corso in solo sei città per ora: New Orleans, Little Rock, Billings, Peoria, Olympia e Binghamton.

Gli utenti che vivono in queste città sono in grado di poter accedere a questa nuova sezione dell’applicazione del social network per scoprire tutte le ultime novità della propria città, comprese le notizie degli editori locali e tutti gli eventuali allarmi di sicurezza. Per far emergere le notizie più interessanti, Facebook ha deciso di utilizzare un sistema di machine learning. Gli editori locali che appariranno all’interno di questa sezione dovranno, però, essere prima verificati ed approvati dal team “News Partnerships” del social network che è gestito da Campbell Brown (ex NBC).

Facebook testa una sezione per le notizie locali

Facebook testa una sezione per le notizie locali (immagine: RECODE).

Questo passaggio obbligato fa parte dell’iniziativa Journalism Project di Facebook per combattere il fenomeno delle fake news. Il social network, dunque, punta a voler garantire agli iscritti che questi editori possano essere considerati fonti serie ed affidabili. Ma la questione più importante è se questa nuova sezione dell’app possa essere oppure no una buona occasione per gli editori locali di migliorare la loro visibilità. Potenzialmente trattasi di una buona opportunità ma tutto dipenderà dagli utenti di Facebook che dovranno utilizzare attivamente questa sezione dedicata alle notizie locali.

Il social network intende stimolare l’utilizzo di questa nuova funzione, avvertendo le persone che abitano le città in cui si svolgono i test di questa novità. Questo test, in futuro, potrebbe essere allargato anche ad un numero superiore di città.