Nuove norme della Commissione su cookies e spam

  • 10/01/2017 alle 18:42 #636253

    Massimo
    Membro

    Ho sempre ritenuto e continuo a ritenere la norma sui cookie una solenne stupidaggine. Se entro in un sito e voglio usarne i servizi è ovvio che dovrò dire di si ai cookie, che mi piaccia o no.

    Quindi il risultato di questa norma è una serie di inutili click e una penalizzazione degli utenti, che perdono tempo inutilmente. Aggiungiamo i grossi costi sostenuti globalmente dalle aziende europee per modificare i loro siti, grazie a qualche burocrate che deve fare qualcosa per giustificare il suo ricco stipendio.

    Ovviamente le aziende di informatica sono state ben contente di salassare un po’ i loro clienti. E guarda caso i nostri burocrati romani, che sul web sono alquanto più ignoranti della media, hanno pensato bene di consultare proprio le grandi aziende di informatica per scrivere la versione italiana di questa ridicola norma. E l’hanno scritta così bene che hanno poi dovuto scrivere una spiegazione su quanto dice la norma, il cui aspetto semantico lascia molto a desiderare, secondo le migliori tradizioni della politica romana. Ancora oggi molti non hanno capito nulla e nel dubbio mettono sul loro sito un banner di blocco che dice “questo sito non usa cookies”. 

    Benvenuta invece la norma sulla pubblicità invadente. Io ho dovuto rinunciare al telefono fisso perché, pur essendomi iscritto subito al Registro delle Opposizioni, venivo chiamato a tutte le ore dai tanti mascalzoni che sguazzano nell’illegalità tutta italiana: al 99% chiamava chi opera per conto delle grandi società di telecomunicazioni e di energia.

    Anche su questo tema un plauso alla vergognosa incapacità dei nostri politici: hanno creato il Registro, ma non hanno stabilito nessuna pena per chi non lo rispetta, quindi il massimo dell’inutilità e della beffa per i cittadini. Ho sempre pensato che serva solo a foraggiare la Fondazione Bordoni, che ha l’incarico della sua gestione. Sarei curioso comunque di sapere la vera storia di questa idiozia burocratica.

Rispondi a questa discussione
Questa pagina riproduce un articolo originale di Webnews.it e può essere utilizzata unicamente per finalità personali e non commerciali. L'originale si trova all'indirizzo http://www.webnews.it/?p=636471 che può essere raggiunto utilizzando il QR Code pubblicato accanto al titolo (se presente).