Let it snow, ma non solo: quando Google diverte

Giacomo Dotta,

Alla luce del grande successo che la nevicata su Google ha riscosso nei giorni scorsi (il volume del passaparola sui social network parla da sé), occorre ricordare come il motore di ricerca non sia certo nuovo ad esperimenti di questo tipo. Altri “tricks” sono infatti disponibili sul motore, la cui interfaccia si fa pertanto puro strumento nelle mani dell’utente che va sul sito per comporre le proprie query in attesa di una risposta.

Non tutte le risposte sono però composte dai “10 link blu”. Chi ha composto “let it snow”, ad esempio, può veder imbiancata l’homepage più importante del mondo, con la possibilità di scrivere sul ghiaccio o di accedere al defrost conclusivo. Ma chi intende compiere ulteriori esperimenti sul motore di ricerca ha la possibilità di metter mano ad ulteriori query “magiche”:

  • do a barrel roll (per far fare a Google una giravolta)
  • tilt (per disallineare Google rispetto allo schermo)

Provare per credere: è sufficiente digitare le formule antecedenti per attivare la funzione nascosta tramite l’automatismo dell’instant search. Li chiamano “Easter Egg”: altro non sono se non modi simpatici per rendere più “umano” il rapporto con il servizio, stimolare un sorriso e favorire il passaparola.

Fonte: WebProNews • Notizie su:
label
Discussioni HOT