Provider, ricorso contro il blocco di Vajont.info

Giacomo Dotta,

«I provider italiani aderenti ad Assoprovider – Confcommercio hanno depositato oggi, attraverso l’avv. Fulvio Sarzana di S.Ippolito, al Tribunale della Libertà (Riesame) di Belluno un Ricorso contro il blocco da adottare verso tutti i cittadini italiani conseguente alla chiusura del portale internet Vajont.info».

L’annuncio giunge dallo stesso avv. Sarzana di S.Ippolito, il quale porterà avanti la battaglia nel nome del necessario ravvedimento del GIP dopo un provvedimento che non solo ferma centinaia di siti del tutto incolpevoli (il blocco dell’IP ha fermato un intero insieme di siti Web oltre al solo Vajont.info): l’estensione del provvedimento a 226 provider italiani introduce una misura che i provider respingono ancora una volta, tentando di svincolarsi dal dover agire contro gli interessi dei navigatori ed a tutela di diritti che i singoli dovrebbero poter far valere con altre modalità.

Il decreto del GIP costituisce il primo esempio in Italia di un ordine che in futuro potrebbe inibire attraverso i provider l’accesso a blog, siti internet, portali informativi, ai cittadini italiani, limitando considerevolmente il pluralismo informativo garantito dalla rete internet e i diritti di libera espressione.

Il caso prosegue, dunque, e torna in tribunale ove sarà discusso nel merito il provvedimento con cui si sono fermati centinaia di siti Web a causa di una singola frase considerata ingiuriosa. In ballo, insomma, v’è qualcosa di più prezioso del solo sito fermato, qualunque possa esserne il valore o il contenuto.

Fonte: Fulvio Sarzana di S.Ippolito • Notizie su:
label
Discussioni HOT