Rupert Murdoch: MySpace è stato gestito male

Giacomo Dotta,

Per lungo tempo Rupert Murdoch si è vantato di aver visto lungo nell’acquisto di MySpace: acquistato per poco meno di 600 milioni di dollari, ha iniziato a restituire introiti a profusione senza che il gruppo investisse alcunché di ulteriore nel progetto. Ma presto le cose sarebbero radicalmente cambiate ed oggi, col senno del poi, Rupert Murdoch recita il mea culpa sugli errori commessi.

Il magnate australiano, soprattutto, riversa colpe su chi si è occupato MySpace in quegli anni: «È stato mal gestito in tutti i modi possibili», ha spiegato Murdoch, andando però anche oltre. Murdoch, infatti, ammette di aver fatto un errore abnorme: «avrei potuto vendere MySpace per 6 miliardi un mese dopo». Semplice proiezione o reale opportunità mancata, questo non è dato sapere. Quel che è noto è quel che ha invece scritto la storia: Facebook ha cambiato le regole del gioco, MySpace è caduto in disgrazia e la News Corp ne è uscita con le ossa rotte.

MySpace è stato acquistato da Murdoch per 580 milioni ed è stato venduto per 35 milioni. Oggi MySpace è un progetto definitivamente decaduto che una cordata di imprenditori sta tentando di rimettere in piedi. Una storia di insuccesso, insomma, che ha segnato comunque l’incipit del mondo del social networking: quando MySpace dominava, Rupert Murdoch tentò di farne propri i frutti. Ma fallì, pagando un conto estremamente salato.

Fonte: The Next Web • Notizie su: