The Document Foundation trova casa a Berlino

Giacomo Dotta,

The Document Foundation, la fondazione a capo del progetto LibreOffice, ha trovato casa:

The Document Foundation nascerà a Berlino nel corso del mese di febbraio 2012, e sarà la prima entità legale di questo tipo ad avere dei membri che godono di tutti i diritti previsti dallo statuto, e quindi in grado non solo di eleggere i loro rappresentanti nel Board of Directors ma anche di decidere l’evoluzione dell’organizzazione e del software con strumenti di tipo democratico

Il gruppo ha valutato da tempo questioni geografiche e legali per poter mettere radici e la scelta è infine caduta sulla città tedesca. Spiega così la scelta Italo Vignoli, fondatore e membro del Board of Directors: «Finalmente, dopo mesi di discussioni con i rappresentanti della città di Berlino, siamo riusciti a ottenere quello che volevamo: una fondazione indipendente, dove nessuna azienda può esprimere più del 30% dei voti, e dove i membri hanno tutti i diritti previsti dallo statuto. La scelta della sede è caduta su Berlino per il valore emblematico della capitale tedesca, che è l’icona dei due concetti di unità e riunificazione, ed è la sede ideale per una comunità aggregata dall’ideale di sviluppare la migliore suite di produttività open source della storia».

Dopo la rottura con il progetto OpenOffice, il mondo LibreOffice ha continuato lo sviluppo del proprio ramo della suite ed ha iniziato poco alla volta ad organizzarsi per dare al progetto basi solide. L’identificazione di una sede fa parte del processo di crescita della fondazione, così che la community degli sviluppatori e degli utenti LibreOffice possa far fede su punti di riferimento validi d affidabili.

label
Rispondi alle domande