STARTUP BUS NEWS

L’UE ipotizza nuove indagini su Motorola

Giacomo Dotta,

La Commissione Europea potrebbe presto aprire un fascicolo contro Motorola Mobility. Il gruppo è oggi sotto il controllo di Google, ma il problema non sarebbe tanto relativo alla nuova proprietà, quanto piuttosto al prezzo imposto per le licenze di alcuni propri brevetti.

Motorola Mobility si trova in tal senso contro due colossi quali Apple e Microsoft. La prima ha infatti contestato alla controparte la richiesta del 2,25% degli introiti per ogni unità distribuita, mentre la seconda ha contestato royalty fino a 22,50 dollari per la vendita di laptop di media caratura. L’accusa è diversificata, insomma, ma verte sul medesimo elemento: a Motorola si contesta un prezzo troppo alto per la licenza di brevetti che dovrebbero invece essere concessi sulla base di termini “fair, reasonable, and non-discriminatory” (FRAND).

Joaquin Almunia, commissario europeo antitrust, ha pubblicamente ipotizzato l’apertura di una indagine sul problema, attribuendo così credibilità alle recriminazioni provenienti da Cupertino e da Redmond. Un nuovo fronte potrebbe pertanto aprirsi a breve, mettendo Motorola all’indice per imporre prezzi differenti per la fruizione dei brevetti al centro della contesa.

label
Rispondi alle domande