Zerg Rush, Google diventa un gioco

Giacomo Dotta,

Google ha introdotto sul proprio motore di ricerca un nuovo “easter egg”, un piccolo scherzo che, al pari della “nevicata” dello scorso Natale (“let it snow“), trasforma la query in una parola magica in grado di scatenare una animazione dinamica sulla pagina del motore. Per provare dal vivo è sufficiente digitare “zerg rush” sul modulo di ricerca del motore.

L’inizio delle danze avviene contestualmente alla digitazione della chiave “magica”: una serie di “O” piove sulla pagina ed inizia poco alla volta a distruggere gli elementi che incontra, pulendo poco alla volta l’interfaccia dai risultati incontrati. Per evitare il disastro, a colpi di click l’utente deve rimuovere il nemico e ripristinare la situazione: il risultato ottenuto viene registrato da un apposito contatore e quindi condiviso su Google+ per meglio esplicare la dimensione “social” del gaming che Google sta pensando per la propria piattaforma.

Da cosa derivi la query “zerg rush” è spiegato da Digital.it nell’apposita disamina:

Ma da cosa deriva il termine “Zerg Rush”? Come ben sapranno gli appassionati di videogiochi, si tratta di una strategia offensiva adottata all’interno del gioco Starcraft, in cui è presente una razza denominata Zerg. Un attacco combinato verso un numero inferiore di avversari si definisce, appunto, Zerg Rush: in questo caso i nemici sono rappresentati dai risultati della ricerca sulle pagine di Google.

Notizie su
label
Rispondi alle domande