QR code per la pagina originale

Archos Titanium 80

Archos Titaniun 80 è un tablet Android da 8 pollici che fa del prezzo ultra conveniente e di un design curato i principali punti di forza.

8,3
Prezzo

€ 169

Giudizi
  • Caratteristiche7,5
  • Dimensioni8,3
  • Prestazioni8,5
  • Qualità prezzo9
Pro

Schermo di qualità, buona dotazione di porte d’espansione, prezzo ultra conveniente, costruzione solida

Contro

Manca il Bluetooth, audio solo mono, videocamera posteriore e webcam frontale insoddisfacenti

Archos Titanium 80 lo trovi anche su    Scopri gli sconti

Di , 3 aprile 2013

Nuovo top di gamma

Archos Titanium 80, il nuovo tablet da 8” del produttore francese, assomiglia un po’ a un “noto rivale”, ma solamente dal punto di vista estetico, visto che il prezzo è circa la metà. Detto questo, appare un affare per chi lo compra già dal primo momento, e da molti punti di vista lo è.

Archos Titanium 80 è uno dei quattro nuovi modelli che costituiscono la famiglia Titanium, ovvero il meglio dell’attuale offerta Archos, sia per design sia per prestazioni multimediali.

Si inizia con il modello 70 e si va fino a 101, con rispettivi schermi da sette e 10,1 pollici. In mezzo stanno il Titanium 97 (9,7”) e il nostro 80.

Design e schermo

È innegabile, alla prima occhiata l’Archos Titanium 80 sembra il fratello gemello del tablet di riferimento del mondo mobile, l’iPad da 10”, grazie ai suoi bordi curvi e alla candida cornice dello schermo. Solo la collocazione diversa della fotocamera e la grande scritta Archos lo rendono distinguibile.

Galleria di immagini: Archos Titanium 80, le immagini

Il vero confronto, però, andrebbe fatto con l’iPad Mini, dal momento che entrambi hanno uno schermo da 0tt0 pollici e che condividono anche fattore di forma e risoluzione: rispettivamente 4:3 e 1.024×768 pixel.

Stranamente, anche per il Titanium 80 si possono ripetere le stesse critiche espresse per l’iPad Mini: la risoluzione è troppo bassa rispetto a concorrenti con densità di pixel più alta, ma almeno il tablet Archos ha nel prezzo ultra concorrenziale una sicura scusante.

Lo schermo, comunque, è di buon livello, con un pregiato pannello IPS che regala colori fedeli, luminosità e nitidezza più che discrete e un ampio angolo di visione.

A circa 430 grammi, Archos Titanium 80 è anche leggero sebbene ben costruito. Il guscio in alluminio anodizzato dona un piacevole tocco d’eleganza oltre a irrobustire l’intera struttura, la plastica della cornice frontale è solida e le finiture sono curate, specie se rapportate a un tablet venduto a “soli” 169 euro.

Connettività

È un piacere osservare una certa cura riposta nella connettività, con tutte le porte disposte in modo ordinato solo su un lato dello chassis. Tenendo in verticale l’Archos Titanium 80, troviamo sul lato sinistro i controlli del volume e il pulsante fisico Home. Sopra abbiamo il jack per gli auricolari, una porta micro USB 2.0, una miniHDMI, un connettore per il carica batteria e lo slot per schede microSD.

Lo slot per schede d’espansione è fondamentale poiché la memoria interna da 8 GB è insufficiente quando iniziamo ad archiviare file multimediali e/o installare app e videogiochi particolarmente esosi in termini di spazio.

Per finire, sul retro troviamo una fotocamera da 2 megapixel mentre sul lato frontale una webcam con risoluzione ancora più bassa, solo 0,3 Mp (640×480 pixel).

Prestazioni

Partiamo proprio dalle fotocamere per valutare le prestazioni dell’Archos Titanium 80. La fotocamera posteriore e la webcam frontale sono una delusione sotto ogni punto di vista: la prima può andar bene per fare saltuariamente qualche foto quando non si dispone di una vera macchina fotografica, ma la penuria di dettaglio è evidente in ogni condizione e l’assenza di un flash LED si fa sentire; la seconda ha un frame rate ridicolmente basso, 9 fps, il che, insieme alla scarsa risoluzione, la rende pressoché inutilizzabile.

Anche l’audio, sostenuto da uno speaker mono collocato sul retro, è deludente per potenza e fedeltà.

Archos Titanium 80

Per prestazioni generiche, però, Archos Titanium 80 non delude affatto. Durante i nostri test (SunSpider Java, GLBenchmark, PassMark) ha accumulato punteggi soddisfacenti, collocandosi allo stesso livello di Samsung Galaxy Note II e iPad Mini (quest’ultimo prevale nella grafica 3D).

Nemmeno nell’utilizzo comune l’Archos Titanium 80 tradisce. Colpisce, anzi, per la velocità e reattività nel lanciare app, passare da una all’altra, ingrandire e ridimensionare immagini, spostarsi nelle complesse mappe 3D di Google Maps, o giocare ai titoli più esigenti per potenza di calcolo. Segno che il tablet è degnamente supportato dal processore dual core A9 da 1,6 GHz, a cui si affiancano 1 GB di RAM e un con motore grafico quad core Mali 400.

Dove non riesce a competere con i rappresentanti più accreditati sul mercato è, invece, la durata della batteria, che raggiunge le quattro ore per un utilizzo intensivo con Wi-Fi attivato e luminosità al massimo; disattivando la connettività wireless e riducendo la luminosità, il risultato migliora guadagnando circa un’ora, ma non basta per avvicinarsi ai principali concorrenti.

Nel complesso, è comunque difficile lamentarsi dell’Archos Titanium 80, visto e considerato il prezzo molto concorrenziale.

Software

Archos Titanium 80 arriva con la versione 4.1 Jelly Bean di Android installata, con pieno accesso al market Google Play, insieme a poche applicazioni personalizzate come Archos Video e Archos Music per la gestione dei file multimediali.

Queste ultime svolgono molto bene il loro lavoro oltre ad avere un’interfaccia gradevole. Recuperano cover e altri dati da Internet oltre a consentire lo streaming dei contenuti attraverso la rete domestica e trasferire il contenuto dal tablet al televisore tramite DLNA.

Tra le due abbiamo apprezzato particolarmente Archos Video, per i controlli avanzati sulle clip tra cui l’accesso rapido alla luminosità, ai preferiti e al blocco della rotazione dello schermo. A parte questo, però, non c’è altro da segnalare.

Verdetto

Anche se lo riteniamo un buon prodotto venduto a un prezzo eccellente, il Titanium 80 non è esente da critiche. Mancano un’antenna GPS e soprattutto la connettività Bluetooth. Inoltre non c’è un’opzione 3G, anche se per la maggior parte degli utenti questi non sono fattori fondamentali per la scelta.

Per finire, ma è più una considerazione estetica che funzionale, i pulsanti sono in plastica e non metallici, non all’altezza dell’altrimenti ottima costruzione del Archos Titanium 80.

Se siete alla ricerca di un tablet Android economico per tutta la famiglia, con uno schermo decente, una buona dotazione di porte di espansione, questo Archos è un vero affare, oltre a essere il miglior prodotto sfornato da questo produttore finora.

Notizie su: ,