QR code per la pagina originale

ASUS VivoMini UN62: media station

VivoMini UN62 è un mini PC molto silenzioso e ideale sia come computer per la famiglia sia come media center per la TV.

7,8
  • Recensione
A partire da

€ 300

Giudizi
  • Caratteristiche8
  • Design7,8
  • Prestazioni7,6
  • Qualità prezzo7,9
Pro

Molto silenzioso, disponibile anche senza sistema operativo, configurabile a piacimento

Contro

Prezzo un po’ eccessivo per il top di gamma, disposizione degli elementi a schermo poco spaziosa, richiesta continua di aggiornamenti

ASUS VivoMini UN62 lo trovi anche su    Scopri gli sconti

Di , 14 luglio 2015

Design

Di dimensioni contenute, pari a soli 131x131x42mm, il mini PC ASUS VivoMini UN62 è di forma quadrata e compatta ed è anche leggero (pesa 600 grammi), dunque perfetto per essere posizionato sotto un TV in soggiorno, ad esempio. È disponibile nelle colorazioni blu scuro e bianco perla.

Caratteristiche

L’unità di prova del ASUS VivoMini UN62 ha una configurazione con processore Intel Core i5 Haswell 4210U da 1.7 GHz con Turbo Boost fino a 2.7 GHz, coadiuvata da ben 8 GB di RAM DDR3L Dual Channel a 1600 MHz, distribuita su due banchi di memoria da 4 GB, e una scheda grafica integrata Intel HD 4400, che supporta schermi fino alla risoluzione di 3200×2000 a 60 Hz.

Lo spazio di archiviazione interno è fornito da una SSD da 128GB, e ASUS offre 100GB di spazio gratuito sulla sua piattaforma cloud WebStorage. Teoricamente quindi, ASUS offre fino a 220GB di spazio effettivo su cui archiviare i dati.

Le altre configurazioni disponibili offrono un Celeron o un Intel Core i3 come CPU, 2 o 4 GB di RAM, e 32 GB di storage interno eMMC.

Il comparto connettività e I/O comprende Wi-Fi 802.11 b/g/n/ac dual band 2.4/5 GHz, porta HDMI, Ethernet Gigabit, slot per microSD, DisplayPort++, presa Kensington Security, ben 4 porte USB 3.0 e jack per le cuffie.

ASUS promette che l’UN62 è in grado di riprodurre contenuti su 3 diversi schermi contemporaneamente, sia in modalità schermo esteso sia in duplicazione scrivania e sia con segnali di uscita multipla fino alla risoluzione 4K/UHD. Avendo solo due uscite video, si possono collegare tre schermi solo con uno sdoppiatore di segnale DisplayPort++.

Windows

ASUS VivoMini UN62 è disponibile sia in versione barebone – senza sistema operativo – che con Windows 8.1 preinstallato.

In questo modello ASUS ha fatto un grande lavoro di ottimizzazione della macchina per esprimere al meglio la sua natura: nonostante la risoluzione di 1920×1080, le icone sono molto grandi e, in generale, il layout di sistema è ideale per essere fruito da una distanza di 2-3 metri e quindi, ad esempio, con l’aiuto di una tastiera e un mouse wireless.

Galleria di immagini: ASUS VivoMini UN62, le foto

La navigazione web, di contro, non è proprio il massimo in quanto a visualizzazione dei contenuti: molto spesso tutti gli elementi risultano ingranditi e alcuni layout vengono disposti in maniera errata e confusionaria sullo schermo. Quando si tratta di ascoltare musica su Spotify, per esempio, i menu laterali e le barre inferiore e superiore lasciano poco spazio alla lista dei brani nello spazio centrale.

La macchina dà il meglio di sé in riproduzione video oltre i 720p, infatti al di sotto i frame risultano pixelati e l’esperienza non è proprio delle migliori.

Nella versione qui testata, quella con Windows pre-installato, si notano poche animazioni e ma molta velocità nel passare da una finestra all’altra, e un comparto di applicazioni preinstallate veramente ampio. Si passa dalla Suite completa di Office fino a tutti gli strumenti aggiuntivi di ASUS, come AI Suite 3, HomeCloud Drive, MediaStreamer, Wi-Fi GO!, passando per i programmi Microsoft SQL Server 2008 R2, per impostare la macchina come server domestico.

Tutte queste app, insieme al sistema operativo, occupano la bellezza di 40GB circa nella versione con SSD da 128GB: ciò significa che tra file system e memoria reale, rimangono solo 60GB per documenti, foto, musica e video.

Un piccolo punto a sfavore è dato dalla prima accensione dell’ASUS VivoMini UN62: sono stati installati centinaia di aggiornamenti, costringendo a riavviare la macchina più volte e impiegando qualche ora per avere il tutto operativo, funzionante e aggiornato. E nonostante ciò, il sistema richiede molto spesso di essere riavviato per completare altri aggiornamenti: non si riesce a capire perché non tutti insieme e invece un po’ alla volta. Ad ogni modo, potrebbe essere un problema che riguarda solo il modello di prova e non quello in vendita nei negozi.

Prestazioni

ASUS VivoMini UN62 promette di essere una macchina dai bassi consumi (solo 6.95W in idle mode) e dalle prestazioni più che soddisfacenti quando si tratta di leggere mail, guardare film o anche programmare con più schermi a disposizione. Già dall’accensione si rivela molto veloce, diventando operativo in appena 17 secondi.

Dai test effettuati con Geekbench emerge che l’unità operativa ha due core e quattro thread: ha 128KB di cache L1 (32×2 di dati, 32×2 di istruzioni), 512KB di cache L2 (256KBx2) e 3 MB di cache L3. Il punteggio ottenuto dai test a 32 bit ha dato 2193 in single-core e 4109 in multi-core. Tutti questi tecnicismi stanno a evidenziare soltanto una cosa, ma molto importante: questo VivoMini UN62 ha una buona capacità computazionale e riesce a eseguire in maniera fluida più applicazioni nello stesso tempo, assicurando un’esperienza d’uso priva di rallentamenti nella maggior parte dei casi. Quindi, sebbene non sia un computer pensato per offrire velocità in operazioni complesse come il montaggio video o la composizione audio, in attività quali, ad esempio, la navigazione web è fluido e scattante (come confermato anche dai buoni risultati ottenuti nel test SunSpider: 258.6ms di tempo totale, gran parte speso nella modellazione 3D e manipolazione di stringhe).

Anche i test sulla SSD sono stati molto buoni: con CristalDiskMark si sono ottenuti risultati nella media, con una velocità di scrittura su disco massima di 538.2MB/s e 322.5 di lettura.

ASUS dichiara, inoltre, che l’UN62 è il 60% più silenzioso rispetto ai computer della concorrenza, e in effetti è veramente molto silenzioso. Sia in stand-by, con la spia dell’accensione lampeggiante, sia al massimo della prestazioni durante i test con Geekbench o in riproduzione video Full HD, non si sente niente. Tuttavia, soprattutto nel periodo in cui è stato testato – durante l’afa di luglio – si è scaldato sensibilmente: non hai mai scottato, ma la temperatura sull’involucro è salita parecchio. Prevedibilmente, con una temperatura ambientale di 20 gradi, non sussistono innalzamenti di temperatura neanche con sforzi eccessivi della CPU.

Giudizio

ASUS VivoMini UN62 è la soluzione perfetta per chi vuole portare l’home computing a un livello superiore senza spendere troppo. La configurazione intermedia con Core i3, 4 GB di RAM e 32GB di eMMC ha un giusto rapporto qualità/prezzo, aggirandosi intorno ai €300 (in base ai rivenditori). La soluzione top di gamma, invece, potrebbe risultare troppo cara per chi non ha troppe pretese e troppo poco performante per chi ha bisogno di una macchina potente.